Passerella sul Brembo fra Almenno SB e Paladina diventerà realtà: contributo dalla Regione

Eleonora Busi 14/01/2021 0 commenti

Se ne parlava da tempo e ora, finalmente, la passerella ciclopedonale sul Brembo che collega i Comuni di Almenno San Bartolomeo e Paladina diventerà una realtà. A rendere possibile il progetto tanto atteso un contributo a fondo perduto di 600mila euro, predisposto a bilancio 2021-2023 dal Consiglio regionale.

"Un'altra bellissima notizia per la nostra comunità di Almenno San Bartolomeo - spiega il sindaco di Almenno San Bartolomeo Alessandro Frigeni - il progetto della passerella ciclo-pedonale sul Brembo, al quale la nostra Amministrazione Comunale di Almenno San Bartolomeo sta lavorando da tempo insieme all'Amministrazione Comunale di Paladina, può ora diventare realtà grazie al contributo di 600 mila euro che la Regione Lombardia ha messo a disposizione e che consentirà di collegare i percorsi spondali lungo il Brembo creando un collegamento diretto tra il parco Storico Comunale del Romanico di Almenno e il Parco dei Colli di Bergamo; si potrà pertanto raggiungere in bici o a piedi il Tempio di San Tomè in Almenno San Bartolomeo partendo dal Monastero di Aastino in Bergamo creando in tal modo un itinerario turistico di grande valore storico-culturale".

Ringraziamo l'assessore Claudia Maria Terzi, il consigliere regionale Roberto Anelli e i consiglieri regionali bergamaschi per il sostegno incondizionato che hanno garantito attraverso un largo contributo che il nostro Comune non aveva mai visto prima” ha affermato Gianmaria Brignoli, intervistato da L'Eco di Bergamo, sindaco di Paladina che è anche Comune capofila del progetto e si occuperà di affidare l'incarico per la sua progettazione di fattibilità ed esecutiva.

Di questo collegamento si è iniziato a parlare due anni fa, a partire dalla proposta progettuale di Simone Comi – giovane architetto di Valbrembo – elaborata su commissione dei due Comuni di Almenno San Bartolomeo e Paladina. Un ponte con un'unica campata in acciaio con pavimentazione in legno, senza piloni portanti fissati nel Brembo ma posati ad una certa distanza dalle sponde, il tutto realizzato all'altezza del punto più stretto del letto del fiume Brembo, dove il corso d'acqua è largo circa 130 metri.

"Grazie anche al Parco dei Colli di Bergamo che ha messo a disposizione un contributo economico per la progettazione dell'infrastruttura  - aggiunge Manuel Rota, Assessore all'Urbanistica e alla Ciclopedonalità del Comune di Almenno San Bartolomeo - così come ringraziamo la Provincia di Bergamo che proprio lo scorso anno ha riconosciuto la valenza strategica sovracomunale di questa progettualità inserendo nel Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale il tracciato della passerella stessa che collegherà le sponde di Almenno San Bartolomeo e Paladina; a breve verrà avviata la progettazione di questa importante infrastruttura per la mobilità sostenibile".

"Da ex Sindaco di Almenno San Bartolomeo - aggiunge Gianbattista Brioschi, attuale Consigliere Delegato ai Rapporti con gli Enti Sovracomunali del Comune di Almenno San Bartolomeo - sono particolarmente soddisfatto di questo importante risultato; la precedente Amministrazione Comunale di Almenno San Bartolomeo da me guidata dal 2009 al 2019 ha sempre creduto in questo progetto, al punto tale da aver deciso già nel 2018 di inserire il tracciato della passerella nel Piano di Governo del Territorio del Comune di Almenno San Bartolomeo". 

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Dopo l'inserimento della passerella nella “Rete portante della mobilità ciclabile” della Provincia di Bergamo e nella cartografia del P.T.C.P. (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale), adottata lo scorso lunedì 12 maggio 2020, l'opera ha ricevuto un contributo di 600mila euro da Regione Lombardia, stanziato a blocchi di 300mila euro nel 2021 e 2022. Alla cifra si aggiungerà anche un contributo di 20mila euro messo a disposizione dal Parco dei Colli, con lo scopo di finanziare la progettazione preliminare. “Questo è segno che la differenza non la fanno gli strumenti che si usano, ma la qualità dei progetti” ha aggiunto il primo cittadino Brignoli.

L'obiettivo è quello di favorire una connessione fra due territori ricchi di storia e cultura, favorendo la cosiddetta “mobilità dolce” in un ambiente suggestivo dal punto di vista naturalistico, religioso, storico e artistico rendendo più facilmente raggiungibili (e visitabili) anche opere meno conosciute, come i resti del ponte detto “della Regina”, la Madonna del Castello e le chiese di San Tomè, San Giorgio e San Nicola.

L'interesse per questa opera è molto ampio (otto i Comuni coinvolti: Brembate di Sopra, Almenno San Bartolomeo e San Salvatore, Villa d'Almè, Almè, Paladina, Valbrembo e Ponte San Pietro, ndr) perché unisce le due sponde orografiche del Brembo anche politicamente ed integra il sistema delle ciclabili della dorsale Bergamo – Piazza Brembana, da poco completata, con l'isola Bergamasca e la Valle Imagna – ha concluso il sindaco Brignoli – La speranza ben riposta è che l'indotto turistico possa portare lavoro per le attività ricettive, di ristorazione e di servizi esistenti, ma anche nuove opportunità di svago, culturali e di attività fisica per le famiglie”.

"Questo importante risultato è pertanto il frutto di un importante "lavoro di squadra" che la nostra Amministrazione Comunale ha sviluppato già a partire dagli anni scorsi coinvolgendo in modo sinergico sia i comuni limitrofi (in primis il Comune di Paladina) sia gli enti sovracomunali ( Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Parco dei Colli di Bergamo) - conclude il sindaco Frigeni - a tutto beneficio dei nostri concittadini almennesi e degli appassionati di cicloturismo della nostra provincia  che sapranno certamente apprezzare questa infrastruttura "green" 

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Febbraio 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28







Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph