Un viaggio alla scoperta della Val Brembilla: il documentario di Gangemi a Geo su Rai 3

Eleonora Busi 11/10/2021 1 commenti

Capita a volte di essere così assuefatti dalla quotidianità da dimenticarci di quelle realtà affascinanti e senza tempo che, celate nel via-vai quotidiano, ci circondano. Bellezze uniche nel loro genere, custodi di antichi segreti che rischiano di essere perduti inesorabilmente. Come fare, quindi, per imprimere nella memoria storica del mondo queste rarità dal valore inestimabile? Bastano una cinepresa, un microfono e tanta voglia di raccontarle al mondo.

È con queste premesse che Daniele Gangemi ha deciso di dare vita ad un documentario tutto dedicato alla meravigliosa Val Brembilla, che verrà trasmesso prossimamente all'interno del programma di Rai 3 “Geo”. “Valle Brembana, Valle Imagna e Valle Seriana sono territori che sono stati già ampiamente trattati nel corso degli anni – spiega Gangemi – Così da qualche tempo ho deciso di interessarmi a quelle valli minori poco conosciute. Cartina alla mano, ho realizzato che esiste un vero e proprio mondo che da bergamasco ammetto di conoscere poco: Val Brembilla, Val Serina, Val Gandino e Val Borlezza, tutte piccole vallette laterali ma ricche di realtà che meritano di essere raccontate e valorizzate”.

Realizzato fra il 2018 ed il 2019, il documentario – dalla durata di trenta minuti circa – è un viaggio alla scoperta della Val Brembilla e dei suoi caratteristici borghi: Catremerio, Gerosa, Cavaglia e Brembilla. L'obiettivo? Risaltare le caratteristiche rurali e montane di queste contrade e raccontare le professioni ancora legate a questi territori, come la produzione del salame bergamasco da parte della famiglia Rasmo, ma anche l'antica arte della forgiatura della famiglia Rinaldi, o ancora il successo imprenditoriale della famiglia Scaglia ed infine la storica osteria “Il Forno”, unica nel suo genere. Completano il racconto Fiorenzo, che a Cavaglia porta avanti la produzione familiare di miele, Alessandro che appena sopra Brembilla cura con passione e determinazione il proprio meleto e Nicolò di Brembilla, che gestisce un allevamento di capre e la relativa produzione di formaggi.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

 

Gangemi, 35 anni di Sarnico ma ora residente nel milanese, si è occupato personalmente di quanto necessario alla produzione del documentario, ricoprendo contemporaneamente il ruolo di autore, produttore, regista, direttore della fotografia, fonico, cameraman, operatore drone e montatore. Laureato in Cinema e Produzione Multimediale all'Università di Pisa, si è specializzato successivamente presso le Scuole Civiche di Milano in Documentario e Cinema del Reale.

L'autore ha diversa esperienza alle spalle: due produzioni di successo, il documentario “Prima Donna” ed il cortometraggio “Orizzonti”, e due raccolte di versi (con ben dieci premi nazionali ed internazionali ricevuti in ambito letterario). Prima di diventare un documentarista indipendente, ha lavorato come cameramen per Sky e come montatore video per le emittenti televisive Mediaset e Rai.

Di Val Brembilla mi ha colpito l'eterogeneità dell'ambiente e delle realtà che la compongono, dalla piccola trattoria ad un'azienda fra le più importanti del suo settore – conclude Gangemi –. Nel documentario ho voluto raccontare anche il fascino delle borgate che, ahimè, stanno decadendo a causa dello spopolamento. Ed è un vero peccato, soprattutto nella frazione di Catremerio dove si trova un'architettura di tipo rurale risalente al '900 che rischia di sparire completamente. Andrebbe valorizzata, magari come museo che accolga anche il racconto delle nostre genti. Chissà che il mio documentario non possa essere una sorta di incentivo per chi ha la possibilità di tornare a far vivere questi meravigliosi borghi”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Paolo Gamba 17/10/2021

Complimenti per il vostro giornale. Sono Paolo Gamba, originario di Ubiale-Clanezzo. Da più di 30 abito a Brescia. L'amore per la mia Valle è talmente forte che sto scrivendo un libro su un pezzo della Valle Brembilla: la storia del Monte Unione e delle antiche vie di comunicazione, tra Valle Brembilla, Valle Imagna e Valle Brembana.

Lascia un commento





Ottobre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31









Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph