Zogno, ristrutturazioni nei centri storici? Niente oneri. La proposta della minoranza

Redazione 23/06/2021 0 commenti

Il gruppo consiliare di minoranza "Cittadini Zogno" - a firma del capogruppo Carlo Ghisalberti - presenta una mozione per chiedere la riduzione del 100%, degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria per le opere di ristrutturazione residenziale in tutti i centri storici del Comune, a decorrere dal 1 Gennaio 2022.

"Se tale azione è ritenuta - si legge nella mozione -, per scopi e principi, utile ad incentivare il miglioramento del patrimonio di edilizia privata dei centri storici, garantendo anche un risparmio economico ai cittadini, valutare la possibilità di un accantonamento parziale delle entrate 2021, incamerate con gli oneri di urbanizzazione e utilizzate in conto capitale, e finalizzare queste risorse a parziale, o totale, copertura delle conseguenti diminuite entrate previste per l’anno 2022, nella voce “oneri di urbanizzazione”.

Un'azione che "intende favorire in modo particolare la realizzazione di tutti gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente nei centri e nuclei storici, nonché la riqualificazione delle attività produttive industriali, artigianali, terziarie, commerciali e turistico-ricettive anche attraverso una corretta disciplina degli oneri di urbanizzazione - si legge nella missiva -. È di primaria importanza per ciascun individuo,per ogni famiglia e per l’intera comunità zognese mantenere la residenza e il domicilio sul proprio territorio, sinonimo di sviluppo e sostentamento dell’intero paese oltre a essere beneficio alla vitalità del nostro Comune".

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

 

"L’architettura urbana - prosegue la mozione - intesa in termini di conservazione e risanamento del patrimonio immobiliare dei centri storici è un aspetto essenziale per mantenere vive le radici culturali, storiche e paesaggistiche del nostro territorio oltre ad essere a vantaggio del decoro e dell’arredo urbano. [...] Le tabelle di determinazione dei costi base effettivi delle opere di urbanizzazione primaria, secondaria e di depurazione, nonché delle percentuali da applicare per la determinazione del costo di costruzione Considerato che la delibera del comune di Zogno avente ad oggetto “NUOVE TARIFFE PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELLA L.R. N. 12/2005, NONCHE’ DELLE MODALITA’ DI VERSAMENTO DEL MEDESIMO con relative tariffe risale al 2012, periodo socio economico molto diverso dall’attuale".

Ghisalberti sottolinea quindi "la necessità di incrementare il meccanismo di premialità e di incentivo rivolto ai nostri cittadini, nell’ottica di mantenere la dimora principale all’interno del nostro Comune, favorendo il recupero del patrimonio edilizio, soprattutto nei centri storici più soggetti a spopolamento, già attualmente agevolati con uno sconto del 60% degli oneri di urbanizzazione".

#banner4

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Ottobre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31









Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph