Capizzone, irregolare alle norme anti-coronavirus: maxi multa per un'azienda del paese

Eleonora Busi 08/05/2020 0 commenti

Al via la fase 2 e al via anche i controlli in tutta Italia, bergamasca compresa. Nei giorni scorsi, nel corso di un controllo della circolazione stradale da parte degli agenti di Polizia Stradale di Treviglio, è stato fermato un veicolo alla cui guida si trovava un'imprenditrice tessile di origini cinesi. Alcune irregolarità dei documenti di trasporto hanno fatto scattare i controlli nella mattinata di ieri, giovedì 7 maggio, da parte del personale della Polizia Stradale di Bergamo e della Divisione Pasi della Questura presso l'azienda “Confezioni Luisa di Lu Xiaopin”, la cui sede si trova a Capizzone.

Durante il controllo – dove gli agenti hanno proceduto ad identificare sedici cittadini di origini cinesi, molti dei quali impiegati in azienda, in regola con le nome sul soggiorno – sono emerse diverse irregolarità di differente natura, da quella ambientale a quella amministrativa, igienico-sanitaria ed in materia di norme sul lavoro.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Nello specifico, gli agenti hanno riscontrato negli ambienti di lavoro la violazione dell'articolo 2, comma 6 del DCPM del 26 aprile, che regola le misure per il contrasto ed il contenimento del contagio da Covid-19. La violazione riguarda le prescrizioni in materia di pulizia e sanificazione dell'azienda e di precauzioni igieniche personali, oltre che della gestione degli spazi comuni. Un'altra irregolarità è stata riscontrata nella produzione di rifiuti speciali non pericolosi (Decreto legislativo 3 aprile 2006, nr. 152).

All'azienda di Capizzone sono stati dunque notificati verbali di contestazione per un totale di 7 mila euro. Inoltre, è stato intimata dagli agenti la sospensione immediata dell'attività, a cui seguirà poi la segnalazione alla Prefettura che prevede come sanzione la chiusura dell'esercizio per un periodo che va dai 5 ai 30 giorni. Ulteriori anomalie sono state riscontrate sempre relative al testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro e altre inerenti al regolamento locale di igiene di Regione Lombardia: entrambe verranno approfondite da parte dell'Ispettorato di Bergamo, dall'ATS di Bergamo e dall'Ufficio Tecnico del Comune di Capizzone.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph