Piazza Brembana, a due mesi dal crollo della strada arriva il sequestro penale

Eleonora Busi 13/01/2020 1 commenti

Era la sera del 25 novembre, quando a Piazza Brembana un tratto di 50 metri per 8 di altezza e 300 mq di detriti stradali di via Locatelli è crollato sulla sottostante via Tiro a Segno, fortunatamente senza feriti. Da oggi 13 dicembre, sulle recinzioni che bloccano l'accesso alla via, sono comparsi degli avvisi – affissi dai Carabinieri della stazione locale: “Area sottoposta a sequestro penale”, si legge. L'autorità giudiziaria vuole dunque chiarire responsabilità dirette di quello che sarebbe a tutti gli effetti un cedimento strutturale di un muro recente se confrontato a quello più a valle, costruito più di cent'anni prima, che si mostra invece intatto.

L'inchiesta, dunque, non è più da considerarsi solo amministrativa, ma bensì penale. Ciò comporta un rallentamento nella sua sistemazione dal momento che non permette né Amministrazione Comunale – guidata dal sindaco Stefano Ambrosioni – né a Enti come Comunità Montana o Regione Lombardia, che si era detta disponibile a dare supporto, di avviare alcuna opera. Il sequestro cozza così con una qualsiasi possibile rapida soluzione del problema, che sta portando diversi disagi in paese sia dal punto di vista della viabilità che dell'economia locale.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

La viabilità del paese, da due mesi a questa parte, è stata cambiata di conseguenza: chiusi gli accessi da via Belotti e da via Tiro a segno, mentre fra via Tasso e via Locatelli – prima a senso unico – è stato aperto il traffico ad entrambi i sensi, per consentire alle auto di rientrare in centro dal piazzale dei bus. Anche le attività locali ne stanno risentendo, in particolar modo l'Alimentari Boffelli di Andrea Calvi, che sorge proprio all'inizio della via crollata, che si trova a dover fronteggiare problemi di carico e scarico delle merci e anche di accesso al proprio negozio.

Seguici su tutti i nostri canali social

(Fonte immagine in evidenza a sinistra: primabergamo.it)

COMMENTI

denise 15/02/2020

Testimonianza reale di un prestito serio acquisito Quando le banche o i parenti non possono seguirti, è bene sapere che c'è assistenza reciproca da qualche parte. Per tutti richiesta di prestito tra privato invia un'email direttamente a questa signora DOMINIQUE ZOLLER che mi ha soddisfatto in 72 ore. Grazie a lui, oggi riesco a sbarcare il lunario e sarò grato per tutta la vita. Contattalo se ti trovi in necessità per le tue richieste serie e veloci. Ecco la sua email: dominiquezoller7@gmail.com "La garanzia del tuo prestito al 100% dopo l'accettazione della tua richiesta" Sei soddisfatto di esso Cordiali saluti

Lascia un commento





Settembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph