S.Omobono, l'iniziativa per oltre 600 bambini e ragazzi: un buono di 50 euro da spendere in paese

Eleonora Busi 07/08/2020 1 commenti

L'emergenza sanitaria ha segnato in modo indelebile le nostre comunità, lasciando dietro di sé inevitabili effetti collaterali che gravano su attività e famiglie. Spesso, però, ci si dimentica di bambini e ragazzi, vittime inconsapevoli del lockdown che hanno dovuto da un momento all'altro reinventarsi, adattandosi all'esigenza e privarsi dunque di certi stimoli “normali”, come la scuola oppure il divertimento con gli amici.

Per questo motivo l'Amministrazione Comunale di Sant'Omobono Terme, attraverso il suo Assessorato alla Pubblica Istruzione e delle Politiche Sociali, ha messo in campo l'iniziativa “Ripartiamo con gli alunni”, che propone a bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni residenti in paese un buono da 50 euro tutto per loro, da spendere nelle attività commerciali oppure in associazioni sportive del territorio.

Con il contributo ricevuto per il rilancio socio economico del paese si è pensato di dare vita a diverse azioni di sostegno per la nostra comunità – spiega il sindaco Ivo Sauro Manzoni Oltre a questo buono per bambini e ragazzi stiamo impegnando il resto delle risorse ricevute per assicurare la riapertura in sicurezza delle scuole del paese e per altre attività a sostegno dei servizi che più hanno ricevuto un effetto negativo in seguito all’emergenza sanitaria appena trascorsa. Sono tanti modi per esprimere la nostra vicinanza alla gente, sperando che questo triste periodo possa presto definirsi concluso”.

L'idea di un buono regalo nasce, appunto, dopo il periodo di isolamento, difficile e problematico per gli adulti tanto quanto per i piccoli, che hanno dovuto far fronte a pensieri, incertezze e paure piombate improvvisamente nella loro quotidianità. Fra didattica digitale ed un isolamento mai provato prima, il buono si presenta come un riconoscimento, una sorta di premio alla bravura dei giovani nell'affrontare e rispettare tutte le restrizioni e regole.

Saranno più di 600 i giovani del paese che potranno usufruirne presso le attività commerciali del paese (ad esclusione di bar, ristoranti e alimentari), sulle cui vetrine si troverà esposta la locandina di adesione all'iniziativa – ricariche telefoniche, slot machine o prodotti vietati ai minori di 18 anni non saranno però compresi. Tale buono potrà essere investito anche come parte della quota di iscrizione ad una delle associazioni sportive locali che aderiscono all'iniziativa, a cui i ragazzi potranno iscriversi per il prossimo anno. Così facendo, dunque, l'Amministrazione intende sostenere le famiglie e, al tempo stesso, contribuire al rilancio economico delle attività e dello sport locale, costretti a sospendere i proprio servizi durante il lockdown.

L’esperienza Covid ha di certo segnato fortemente la vita di tutti noi per questo era doveroso un riconoscimento ai più giovani, gli scolari della nostra comunità, che hanno dimostrato tanta bravura nel rispettare ciò che l’emergenza sanitaria imponeva loro – spiega Stella Sirtori, assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura e Biblioteca – Regalare un buono da spendere per acquistare qualcosa di tanto desiderato è un gesto simbolico, ma anche educativo, che vuole dare loro l’importanza di rispettare le regole che nella vita oggi come in futuro verranno loro impartite. L’emergenza Covid ha segnato però e soprattutto l’economia locale: ecco allora che il buono vuole essere un forte impulso ad attività locali e a società sportive che hanno vissuto e stanno ancora vivendo un periodo difficile. Infatti i ragazzi potranno acquistare ciò che più desiderano o potranno iscriversi ad attività sportive solo se presenti sul territorio di Sant'Omobono”.

Come ritirare il buono? Verrà distribuito dagli assessori Stella Sirtori e Catia Locatelli a partire da venerdì 7 agosto, secondo il calendario riportato di seguito. Potrà essere utilizzato tassativamente da lunedì 10 agosto fino a mercoledì 30 settembre. I minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore munito di Carta d'Identità. Chi non potesse attenersi agli orari previsti, potrà ritirare il buono in Comune nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì mattina dalle 9 alle 11.

VENERDÌ 7 AGOSTO
Tutti, dalle 19 alle 22 presso il mercato serale in Piazza Mercato

SABATO 8 AGOSTO
Bambini di Selino Basso, Mazzoleni e Selino Alto, dalle 15 alle 17, presso il Comune
Bambini di Valsecca, dalle 17 alle 19, presso la Chiesa di Valsecca

DOMENICA 9 AGOSTO
Bambini di Valsecca, dalle 9 alle 11, presso la Chiesa di Valsecca
Bambini di Mazzoleni, dalle 11:30 alle 12:30, presso la Chiesa di Mazzoleni

MARTEDÌ 11 AGOSTO
Tutti, dalle 9 alle 11, presso Piazza di Cepino
Bambini di Selino Alto, dalle 14 alle 16, presso l'Oratorio di Selino Alto

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

cosi 26/08/2020

così la zingara non si fa mantenere pure la figlia

Lascia un commento





Settembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph