Variante San Sosimo, in corso l'appalto dei lavori: sarà pronta a ottobre

Redazione 13/03/2020 0 commenti

E’ stata avviata pochi giorni fa la procedura di appalto per la realizzazione della variante di San Sosimo, frazione di Palazzago. Dopo l’approvazione del progetto esecutivo avvenuta lo scorso 5 febbraio, la Provincia ha dato il via all’affidamento dei lavori tramite procedura negoziata, con termine di presentazione delle offerte fissato il prossimo 24 marzo e l’apertura delle buste prevista il giorno successivo.

A seguire, dopo i controlli sull’impresa vincitrice e l’approvazione definitiva del bilancio provinciale, sono previste l’aggiudicazione definitiva e il contratto, mentre in questi giorni gli uffici di via Tasso hanno fatto partire le procedure per l’esproprio dei terreni. La fine dei lavori è prevista per ottobre 2020.

“Sono molto contento di poter annunciare questa svolta decisiva nell’iter di quest’opera – afferma il presidente Gianfranco Gafforelli - che ha avuto un percorso accidentato e che è molto attesa dai cittadini della zona. Tengo a ringraziare tutti i Comuni coinvolti e il BIM, perché quando si fa squadra i risultati si ottengono”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

L'OPERA - La variante collegherà la strada SP 175 degli Almenni con la ex statale 342 Briantea attraverso una nuova rotatoria sulla prima strada e una bretella di circa 400 metri di collegamento a una rotatoria già esistente sulla Briantea. L’obiettivo è quello di fluidificare e rendere più sicuro l’ incrocio tra le due provinciali oltre a togliere traffico dal centro abitato di San Sosimo, portando benefici sia in termini di minore inquinamento che maggior sicurezza.

La sua realizzazione era stata prevista circa 15 anni fa dai Comuni interessati dall’insediamento del centro commerciale di Mapello, come opera viaria di compensazione. A causa della carenza di fondi i Comuni hanno chiesto aiuto alla Provincia, che ha reperito ulteriori risorse e si è impegnata come ente capofila per il coordinamento delle varie fasi dell’opera: è dell’8 febbraio 2018 il Protocollo d’intesa tra Provincia, Comuni di Palazzago, Mapello, Barzana e il Consorzio BIM – Bacino imbrifero montano.

L’importo complessivo dell’opera, quasi 1 milione e 300mila euro, è finanziato per 359mila euro dal Comune di Palazzago, per 372mila euro dal Comune di Mapello (di cui 290mila messi a disposizione dall’operatore del centro commerciale), per 30mila euro dal Comune di Barzana, mentre via Tasso contribuisce con 80mila euro ed ha ottenuto due contributi regionali per un totale di 270mila euro e il contributo del BIM pari a 150mila euro.

L’iter progettuale successivo al Protocollo d’intesa ha previsto la procedura di verifica di assoggettabilità alla VIA – Valutazione di impatto ambientale ad opera dell’Ufficio Cave della stessa Provincia, procedura che si è conclusa nel marzo 2019 positivamente con alcune prescrizioni. A seguito della Conferenza dei servizi e dell’autorizzazione paesaggistica, lo scorso dicembre è stato approvato il progetto definitivo. 

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Luglio 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph