Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Variante di Zogno, il vicesindaco Ghisalberti: ''La prossima settimana si potrebbe aprire. Bisogna aprire''

Giuliano Ghisalberti: ''Confidiamo nella Provincia che la prossima settimana potrebbe autorizzare l’apertura della variante. Altri rinvii non sono più ammissibili. Ringrazio i cittadini per la pazienza''.
22 Ottobre 2021

"Finalmente ci siamo! Manca veramente poco… Confidiamo nella Provincia che la prossima settimana potrebbe autorizzare l’apertura della variante". Con queste parole il vicesindaco di Zogno, Giuliano Ghisalberti, affida ai social i suoi pensieri sull'apertura (imminente?) della Variante di Zogno.

"Negli ultimi tre mesi - prosegue su Facebook Ghisalberti - ho ripreso a sollecitare con numerose telefonate ed incontri chi ha in carico il completamento dell’iter tecnico amministrativo, affinché lo terminasse. Era doveroso tornare a farlo per cercare di far comprendere che “qualche ostacolo” non fosse la scusa per rimandare sempre di più. Nell'incontro svoltosi ieri con Regione e Provincia, ho avuto la conferma della risoluzione delle ultime principali problematiche. Oggi ho verificato sul posto che si stanno svolgendo gli ultimi interventi. Poi, secondo quanto è stato riferito, sono rimasti dettagli che dovrebbero permetterci di affermare: ormai ci siamo! La prossima settimana si potrebbe aprire. Altri rinvii non sono più ammissibili.

Confidiamo che la Provincia autorizzi l’apertura. Non nego che il lungo percorso che ci ha portato al termine di quest’opera è stato estenuante, difficoltoso e in alcuni passaggi ha generato tanta rabbia. Siamo, tuttavia, arrivati alla fine. E per Zogno e la Valle Brembana si apre un nuovo percorso di sviluppo e di crescita. La variante stradale per Zogno rappresenterà un inevitabile momento di cambiamento. Dovremo cogliere le opportunità che ne deriveranno, lavorando a scelte che dovranno continuare a porre Zogno come capoluogo vallare in ambito industriale, artigianale, commerciale, e di servizi. Dovremo sfruttare l’occasione per rendere ancora più vivibile Zogno, creando le condizioni per aumentare la bellezza di vivere il nostro comune.

 

La variante sarà una opportunità che una intera valle dovrà saper cogliere per costruire un nuovo sviluppo economico, turistico, e sociale. E i cittadini della Valle Brembana non si faranno sfuggire questa opportunità. Colgo l’occasione per ringraziare gli zognesi della pazienza, perché quest’opera è diventata doverosa nei nostri confronti. Conosco tutte le vicissitudini che hanno accompagnato in questi anni l’operazione, ma in questa fase voglio limitarmi alla positività della sua imminente apertura, riservandomi di valutare successivamente se, per Zogno, sarà utile “togliersi qualche sassolino (o meglio, macigno) dalla scarpa”. 

Oggi ricordo i tre momenti decisivi per la sua realizzazione, nei quali siamo stati ascoltati. Il primo quando, nonostante le difficoltà che ne mettevano in discussione la realizzazione, abbiamo chiesto che l’operazione iniziasse ugualmente (evitando si arenasse per sempre). Il secondo quando, nel 2015, personalmente abbiamo chiesto all’allora assessore regionale al bilancio Garavaglia, di finanziare tutta l’opera, sostituendosi agli impegni della provincia duramente colpita dai tagli della legge Delrio. Il terzo quando, nel 2018, ho organizzato una manifestazione pubblica per chiedere che il percorso di realizzazione, nuovamente arenatosi, potesse riprendere. Percorso che, grazie al sostegno di alcune migliaia di cittadini di Zogno e della Valle Brembana che hanno partecipato alla manifestazione (e che ancora ringrazio), si riuscì a far ripartire. Da allora l’assessore regionale Terzi, con il suo staff e l’impresa Collini, hanno potuto riprendere i lavori, terminandoli questa estate. Ora, finalmente, siamo giunti alla fine dell’iter tecnico amministrativo. Si può aprire! Bisogna aprirla!"

Articoli Correlati

X
X
linkcross