Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Zogno, 22esima Corrida di San Lorenzo firmata Faniel e Dossena

La Corrida non invecchia mai, anzi migliora, matura e attira una folla sempre più vasta di atleti internazionali.
5 Agosto 2019

La Corrida non invecchia mai, anzi migliora, matura e attira una folla sempre più vasta di atleti internazionali: la foltissima cornice di pubblico rende la 22^ edizione della Corrida di San Lorenzo, a Zogno, un successo su ogni fronte. I corridori, infatti, gareggiano tra due ali di folla entusiasta, offrendo momenti di sport di alto livello. La spunta Eyob Ghebrehiwet Faniel,classe 92 in forza alle Fiamme Oro. Tra le donne, invece, dominio assoluto di Sara Dossena, atleta bergamasca che corre con la Laguna Running. 

La prima gara è proprio quella femminile e, sin dalle prime battute, la Dossena detta il ritmo prendendosi la testa del gruppo. Dietro di lei, Brogiato ed Esteban tentano di mantenere il passo della Dossena mentre la Zanne incalza. Al terzo dei quattro giri previsti, l’atleta di Clusone allunga e stacca tutti, Zanne inclusa: la Esteban cala e Dalla Montà ne approfitta per chiudere terza. Sara Dossena trionfa e fa segnare il miglior tempo assoluto: 13’09”. Un ottimo segnale per i prossimi mondiali di atletica, in programma per la fine di settembre a Doha, a cui Dossena vuole arrivare con lo stato di forma mostrato durante la gara. Dietro di lei Federica Zanne, dell’Esercito, e Laura Dalla Montà per l’Assindustria Sport Padova. 

La Corrida, però, è appena iniziata. Dopo la gara femminile, infatti, è il turno dell’Highlander Run, competizione ad eliminazione in cui, al termine di un giro lungo poco più di 400 metri, l’ultimo atleta viene eliminato. Dopo due minuti di recupero, i restanti corridori partono per un altro giro e così via, fino ad arrivare a tre atleti in gara, che si giocano tutto in un ultimo giro. La gara è spettacolare ed emozionante: Samuel Medolago, beniamino del pubblico di casa, viene eliminato al quarto giro, Nadir Rossi si arrende al secondo. Alla fine vince Yassin Bouih, 22enne delle Fiamme Gialle.Il corridore si dice contento della vittoria, sottolineando come l’Highlander sia una gara molto tattica e divertente. Dietro di lui,Stefano Migliorati, vincitore lo scorso anno, e il giovane Filippi Giovanni dell’ U.S. Rogno.

Il clou della manifestazione arriva con la gara maschile, otto giri intensi che vedono subito formarsi un gruppetto composto da cinque atleti. El Mazoury, vincitore di due edizioni della Corrida, prova l’allungo a due giri dal termine, Riva e Ghebrehiwet, entrambi delle Fiamme Oro, lo tallonano ed è proprio quest’ultimo ad avere la meglio con il tempo di 23’43”, ben 4 secondi in meno del compagno di squadra. Completa il podio Ahmed El Mazoury dell’Atletica Casone Noceto. Settimo tempo per Pietro Sonzogni, il primo degli atleti di casa.

Ultime Notizie

X
X
linkcross