Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

A S.Omobono la TARI resta ridotta per le attività. Per le famiglie aliquote ferme da 10 anni

Dopo il taglio del 70% lo scorso anno, il Comune di Sant'Omobono Terme conferma la riduzione della tassa sui rifiuti per le attività economiche del paese.
19 Ottobre 2021

Dopo il taglio del 70% lo scorso anno, il Comune di Sant'Omobono Terme conferma la riduzione della tassa sui rifiuti per le attività economiche del paese. Con delibera di consiglio comunale del 9 ottobre 2021, il Comune di Sant'Omobono Terme ha approvato le tariffe della tassa rifiuti su proposta del vicesindaco ed assessore alla ragioneria e tributi Demis Todeschini per l’anno 2021.

Le tariffe si confermano sostanzialmente invariate per le famiglie rispetto all’anno scorso e agli anni precedenti mentre per le utenze non domestiche sono state previste agevolazioni per far fronte alle conseguenze economiche del Covid-19.

Riduzione del 40% per le utenze non domestiche seguenti di alberghi con ristorazione, ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, bar, caffè, pasticceria, discoteche, night club; riduzione del 20% per le utenze non domestiche assoggettate alle restanti tariffe in uso.

 

“Anche quest’anno - spiega il vicesindaco ed assessore alla ragioneria e tributi Demis Todeschini abbiamo inteso sostenere le nostre numerose attività di Sant’Omobono Terme attraverso la misura di una riduzione significativa della TARI che per le attività più impattate arriva al 40%. Si tratta di uno sconto che speriamo di non dover ripresentare per l'anno prossimo perché questo sarebbe segnaletico del superamento della crisi. Non siamo stati insensibili alle famiglie per le quali le tariffe sono ferme all'incirca a quelle di dieci anni fa pur avendo migliorato il servizio in modo importante sia per la raccolta porta a porta che con la piazzola ecologica. Il contenimento dei costi del servizio e la conseguente stabilità della tassa ritengo sia la migliore risposta alle difficoltà economiche dei nuclei familiari. Di questo ringrazio il consigliere delegato all'ambiente Gugliemo Piraino che ha gestito in modo impeccabile il passaggio del servizio alla Servizi Comunali (con invarianza dei costi del servizio) e riqualificato in modo importante il centro di raccolta”

I bollettini della TARI saranno recapitato nel mese di novembre e le scadenze saranno come segue: • acconto del 50% o unica soluzione, entro il 31 GENNAIO 2022; • saldo del 50% entro il 28 FEBBRAIO 2022.

Articoli Correlati

X
X
linkcross