Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Arianna e Alberto, ritirano e rilanciano la storica cartoleria di Selino Basso (in tempi di pandemia)

Alberto Frosio Roncalli, 43 anni, e Arianna Dolci, 40, un paio di anni fa hanno ritirato la storica cartoleria di Selino Basso. Poi il nuovo locale più grande e centrale. "Non è stato facile crearsi una propria identità, distaccata dalla vecchia gestione".
3 Dicembre 2021

Si dice spesso che i negozi di paese siano la linfa vitale di quest’ultimi. Piccole imprese vicine alla gente, che sanno dare un valore aggiunto al territorio su cui si trovano. Nel caso in cui si parli di un’attività storica, il valore aumenta ancora di più. La storia della Cartoleria della Valle, a Selino Basso di Sant'Omobono Terme, inizia proprio da qui: un’attività storica, attiva da circa 30 anni, prossima alla cessazione e qualcuno che decide di portarla avanti, ma non solo. Stiamo parlando del titolare, Alberto Frosio Roncalli, 43 anni, e Arianna Dolci, 40. Da oltre due anni gestiscono una cartoleria che, col passare del tempo, è diventata un nuovo punto di riferimento per tutto il paese.

“È partita come un’iniziativa comune - racconta Arianna - non ce l’avremmo fatta da soli. Io sono di Mazzoleni e Alberto è di Corna Imagna”. Proprio lui ci spiega la genesi del progetto: “Innanzitutto, due anni fa avrei voluto cambiare lavoro, c’era questa esigenza e, contemporaneamente, mia zia stava cercando un acquirente per la sua cartoleria (Veneranda ndr), eravamo agli inizi del 2019. Era un’attività avviata da anni e molto conosciuta in paese”. Arianna lo definisce “un sogno che alla fine ha avuto successo: abbiamo trovato un accordo, Alberto ha fatto un periodo di apprendistato con i suoi zii e poi ha iniziato come titolare. Io all’inizio facevo poche ore con lui, mi dedicavo prevalentemente alla famiglia, ma Alberto da solo ne ce la faceva; doveva gestire sia la cartoleria che l’edicola, pian piano ho imparato il mestiere e mi sono integrata, abbiamo preso un buon ritmo”.

Rilevare un’attività storica porta con sé benefici e controindicazioni. “Da un lato è stato facilitante, ma dall'altro era un limite: non è stato facile crearsi una propria identità, distaccata dalla vecchia gestione. Ora ambiamo comunque ampliato l’offerta di servizi e abbiamo sempre prodotti nuovi”, sottolinea il proprietario. Le parole di Arianna fanno eco alle sue. “Le idee non mancavano ma lo spazio sì, il locale non catturava l’attenzione. Con la pandemia siamo andati controcorrente, con un nuovo locale un po’ più centrale e più grande. Abbiamo tutto lo spazio che ci serve e ci siamo sbizzarriti, da giocattoli ad articoli da regalo. Quando abbiamo iniziato, l’attività era già avviata bene, considerando che con il passare del tempo siamo rimasti l’unica edicola a Selino Basso. Siamo rimasti aperti durante il lockdown, abbiamo sempre lavorato; le persone ci davano fiducia, perché vedevano la nostra disponibilità nell’andare incontro al cliente e così l’attività è andata crescendo”.

Un crescendo sui cui Alberto e Arianna hanno scommesso, andando appunto a trasferire la sede dell’attività in un nuovo locale in posizione più centrale. “Abbiamo scelto la nuova sede per avere spazi maggiori sia per esporre meglio i nostri prodotti, sia per dare al cliente più tranquillità e sicurezza durante la scelta. Lo scorso inverno abbiamo fatto il trasloco, è stato tutto molto veloce e all'apertura abbiamo avuto una grande affluenza. C’erano moltissimi clienti, ovviamente la curiosità era tanta, anche per l’impostazione del negozio: due piani col soppalco attirano l’attenzione”.

L’entusiasmo di Arianna e Alberto è evidente. “A me piace tantissimo questo lavoro, lavoravo in una scuola dell’infanzia e stare in un negozio a contatto con la gente dà molte soddisfazioni” spiega lei. “Quando il cliente vede che c’è accoglienza e gentilezza, allora si fida. Abbiamo ampliato l’offerta dei libri, con romanzi, libri per ragazzi, ordiniamo anche testi scolastici, un servizio che sul territorio non c’era. Abbiamo cercato di portare elementi che mancavano, dando qui in Valle qualcosa che non c’era in loco, sentiamo di aver dato qualche elemento aggiuntivo a Selino”.

L’evoluzione della Cartoleria Della Valle ha portato in negozio persone di ogni età e categoria. “Abbiamo clienti di tutte l’età, arrivano alla mattina i bambini delle medie per la cancelleria, poi gli anziani per il giornale, mamme con i bambini, persone che magari vogliono fare regali … l’idea è di avere tante cose diverse e alla gente piace, alcuni arrivano da fuori valle, magari perché sentono parlare di una linea di statuine in particolare”. Proprio per questo, puntualizza Alberto, “i social sono un’ottima vetrina per permettere ai clienti di vedere in anteprima i prodotti, le novità e di essere sempre aggiornati sulle ultime offerte.

Proprio a proposito di offerte, “Abbiamo appena proposto la Black Week con forti sconti su zaini e astucci. Ora arriva il periodo di Natale e dei regali, ne abbiamo tanti suddivisi per età e occasione. Ci sono carte regalo, articoli per bricolage, presepi, alberi di natali, libri…. addirittura una nostra linea di addobbi”.

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti:
  1. Complimenti, siete gentili disponibili, un buon punto di riferimento e con le vostre offerte potete solo vincere !!!!!!!!!!!
    Michele

Ultime Notizie

X
X
linkcross