Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Atalanta al terzo posto, pari d'oro con la Juve

Un pareggio importantissimo, che consente all'Atalanta di restare padrona del proprio destino nella corsa alla Champions League.
19 Maggio 2019

Un pareggio importantissimo, che consente all'Atalanta di restare padrona del proprio destino nella corsa alla Champions League, mentre l'ammissione ai gironi di Europa League è già cosa fatta.

Finisce 1-1 lo scontro con la Juventus all'Allianz Stadium, in una serata in cui gli uomini di Gasperini hanno addirittura accarezzato il sogno della vittoria. In avvio il mister punta sulla corsa, inserendo Gosens a sinistra e spostando Castagne a destra, che si pone davanti ad Hateboer, schierato a sorpresa in difesa al posto dello squalificato Palomino e preferito a Mancini. Nel primo tempo l'Atalanta mena le danze e sfiora il vantaggio con Zapata, che centralmente sfrutta l'affanno geriatrico di Barzagli, festeggiato per l'addio al calcio.

La Juve ci prova all'inizio con una 'ciccata' di Ronaldo, mentre i nerazzurri sfiorano il gol con Hateboer da tre metri e vanno in vantaggio con un tocco di Ilicic sul secondo palo su azione di calcio d'angolo. La Juve ci prova con buona intensità nella ripresa, quando Allegri (pure lui ai titoli di coda in bianconero) tenta un all-in che vede aggiungere via via al trio Ronaldo, Dybala, Quadrado anche Bernardeschi, Mandzukic e Kean.

Il pareggio arriva con una spaccata di Mandzukic ed il finale è apertissimo, con Gasperini che inserisce Pasalic e Barrow al posto degli esausti Gomez e Ilicic, come pure Mancini (che francobolla Ronaldo) al posto di Gosens. 

Finisce 1-1 con l'Atalanta che a 90 minuti dalla fine è addirittura terza, alla pari con l'Inter (crollata a Napoli) ma in vantaggio negli scontri diretti. Il Milan, vittorioso con il Frosinone, è ad appena un punto.

Nell'ultimo turno per raggiungere il sogno all'Atalanta serve un successo con il Sassuolo ed all'Inter una vittoria con l'Empoli, ancora vivo. Il Milan deve vincere a Ferrara con la Spal, ma potrebbe non bastare. Al termine di una stagione iniziata a luglio sarà per l'Atalanta l'ennesimo appuntamento cruciale: l'Europa (a gironi) è già in cassaforte, per quella che conta ci vuole ancora uno sforzo, che tutta Bergamo è pronta a supportare. Forza Atalanta!

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross