Covid, per ora in Lombardia non è stata sequenziata nessuna variante indiana

Redazione 04/05/2021 0 commenti

La vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, rispondendo a un’interrogazione durante il Consiglio regionale ha spiegato come “in Lombardia, fino al 4 maggio, non vi sia ancora la sequenziazione di alcuna variante indiana del Covid-19“.

“Al momento – ha proseguito la vicepresidente Moratti – nei laboratori di riferimento regionale, da dicembre 2020 a oggi, si hanno le identificazioni di 5.423 casi di variante inglese. Cui si aggiungono 33 di quella sudafricana, 50 di quella giappo-brasiliana e 34 di quella nigeriana”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

 

Altri 185 casi identificati come ‘altra variante

“Genotipizzati quindi anche 185 casi definiti come ‘altra variante’ che – ha sottolineato Letizia Moratti – per la Direzione generale Welfare “non sono d’interesse scientifico”. E “all’interno della quale – ha concluso – non risulta comunque quella indiana”.

Nel frattempo, la Lombardia proprio oggi si è detta pronta ad avviare la campagna vaccinale per le aziende. "A breve usciranno precise indicazioni sulle modalità operative, ma è evidente che le tempistiche sono strettamente legate dalle dotazioni vaccinali che il Governo invierà in Regione Lombardia", ha spiegato oggi Letizia Moratti.

Seguici su tutti i nostri canali social

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Maggio 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph