Lombardia, da oggi possono riaprire impianti risalita, terme e centri benessere

Redazione 06/06/2020 0 commenti

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato una nuova ordinanza che consente, da oggi, sabato 6 giugno, la ripresa delle attività degli impianti a fune e di risalita anche ad uso turistico, sportivo e ricreativo e la riapertura dei centri termali e benessere. Ovviamente dovranno essere rispettate le misure di prevenzione divulgate dalla Regione.

Impianti di risalita

L’ordinanza prevede che i gestori adottino tutte le soluzioni idonee a garantire la riapertura al pubblico in condizioni di sicurezza e di tutela dei lavoratori e degli utenti, evitando assembramenti e garantendo il distanziamento interpersonale, favorendo l’adozione di regole e comportamenti virtuosi e predisponendo adeguata cartellonistica riguardo agli obblighi da rispettare. Dovrà anche essere misurata la temperatura al personale, procedura raccomandata anche per i fruitori degli impianti.

In particolare, è previsto, inoltre l’obbligo di: utilizzare la mascherina e guanti monouso per l’estate e guanti da neve in inverno (da non togliere mai); areare la cabinovia e la funivia anche durante il trasporto. Inoltre è previsto l’obbligo di aprire le porte delle cabinovie o delle funivie (quando vuote) per una areazione completa, laddove possibile e igienizzare giornalmente cabine, funivie, seggiovie e sciovie e pulizia del pavimento di cabine e funivie.

Strutture termali e centri benessere

Le indicazioni previste dall’ordinanza e dai suoi allegati si applicano alle strutture termali e ai centri benessere, anche inseriti all’interno di strutture ricettive, e alle diverse attività praticabili in tali strutture (collettive e individuali) quali: fangoterapia, fango-balneoterapia, balneoterapia (vasca singola o piscina), insufflazioni, prestazioni idrotermali, cure inalatorie, terapia idropinica, riabilitazione neuromotoria e rieducazione motoria e della funzione respiratoria, antroterapia, trattamenti accessori (massoterapia, idromassaggio, sauna, bagno turco).

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Cosa fare prima della riapertura

Prima della riapertura dei centri e dell’erogazione delle prestazioni termali, è necessario eseguire adeguate operazioni di prevenzione e controllo del rischio di contaminazione del sistema idrico. Le presenti indicazioni vanno integrate, in funzione dello specifico contesto, con quelle relative alle piscine, alle strutture ricettive e ai servizi alla persona, e comunque previste dagli allegati all’ordinanza. Sempre obbligatori: la misurazione della temperatura al personale (è raccomandato di fare lo stesso anche con i clienti/pazienti); indossare la mascherina nelle aree comuni; mantenere le distanze di almeno 1 metro nelle aree spogliatoi e docce e il divieto di consumare di alimenti.

Sertori: località di montagna verso la piena ripresa

“Anche grazie a queste aperture – afferma Massimo Sertori, assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli comuni – consentiremo alle località di montagna e al comparto turistico collegato, tra i settori economicamente più colpiti a causa del Covid-19, di riprendere a pieno l’attività. Finalmente da oggi e in vista del fine settimana, quindi, anche questi comparti molto importanti, che hanno vissuto momenti molto difficili, avranno la possibilità, un po’ alla volta, di tornare a fare registrare numeri importanti”.

Magoni: anche il turismo riparte

“Il turismo lombardo riparte. E lo fa – continua Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda – in sicurezza. Stiamo parlando di un settore vitale per l’economia regionale, con oltre 56.000 pubblici esercizi, quasi 3.000 alberghi, più di 2.000 agenzie di viaggio e oltre 7.000 strutture ricettive non alberghiere, alle quali si aggiungono le numerose soluzioni abitative per soggiorni turistici brevi. In questo le montagne in particolare avranno un ruolo fondamentale: sono luoghi di bellezza e di salute che rispondono perfettamente alla necessità di distanziamento sociale. In tal senso, il ‘turismo active’ permette di godere appieno dell’ambiente, come una vera palestra naturale, a cielo aperto, da vivere a 360° gradi”.

Cambiaghi: al lavoro per garantire il ritorno alla normalità

“Ogni settimana – spiega Martina Cambiaghi, assessore regionale a Sport e Giovani – compiamo dei passi in avanti per tornare sempre di più alla normalità. Dopo l’apertura di palestre e piscine, ora è la volta delle funivie e dei centri benessere Sono state settimane molto difficili, nelle quali l’ascolto e l’attenzione agli operatori dei diversi settori sportivi e della montagna, non è mai mancata. Lavoriamo costantemente e con grande attenzione ora per garantire in sicurezza il graduale ritorno alla normalità”.

Rossi: stimolo al turismo, traino per l’economia

“Sono aperture molto importanti per l’economia di molte aree lombarde – sottolinea Antonio Rossi, sottosegretario regionale alla Presidenza con delega ai Grandi eventi sportivi – per questo abbiamo anticipato la decisione del Governo per riaprirle. È il semaforo verde che tanti amanti del trekking, della mountain-bike, della corsa, del wellness aspettavano per tornare ad animare le nostre splendide località turistiche. Le terme, gli impianti a fune pienamente operativi e i centri benessere aiuteranno la ripresa del turismo. Sono numerose le aree di fascino della Lombardia pronte a ripartire e a dare un forte impulso all’economia locale e regionale. Il tutto, naturalmente, nell’ambito di ferrei protocolli anti Covid”.

Seguici su tutti i nostri canali social

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Settembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph