Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Da Natale (forse) vaccini Covid per la fascia 5-11 anni, obiettivo: 37mila piccoli bergamaschi

Almeno il 50% delle vaccinazioni fra i piccoli dai 5 agli 11 anni. In Bergamasca si traduce in 37 mila vaccinazioni e 320 mila in tutta la Regione Lombardia.
9 Novembre 2021

Almeno il 50% delle vaccinazioni fra i piccoli dai 5 agli 11 anni: è questo l'obiettivo prefissato dalla campagna vaccinale. In Bergamasca si traduce in 37 mila vaccinazioni e 320 mila in tutta la Regione Lombardia. Bisognerà però attendere ancora un po', almeno fino a Natale. Le inoculazioni, infatti, saranno avviate soltanto dopo l'autorizzazione da parte delle Agenzie regolatorie.

I dati di Pfizer-BioNTech intanto ci sono già e sono stati presentati all'Ema a metà ottobre. La fase di valutazione proseguirà poi anche per il mese di novembre. Perché vaccinare i più piccoli? La risposta arriva dal coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico Franco Locatelli, che in un'intervista ha affermato: “Anche i bambini sviluppano forme gravi di malattia o forme persistenti di Covid e dobbiamo tutelare la loro socialità, i loro percorsi educativi-formativi”.

I dati parlano di contagi purtroppo in crescita fra i giovani, con un drastico calo dell'età media dei positivi. Se durante la prima ondata fra febbraio e agosto 2020, infatti, l'età media era di 61 anni, tra giugno e ottobre 2021 si attesta a 34. Nello specifico, nei bambini è stata registrata una circolazione virale più estesa. Nell'ultima settimana, dal 25 al 31 ottobre, in Lombardia i contagi nella fascia fra gli 0 e i 18 anni sono stati 790, ben 365 in più rispetto alla settimana precedente. Il 24,2% del totale delle nuove infezioni in Lombardia.

 

Anche l'incidenza viaggia a numeri non indifferenti. Al 31 ottobre, l'incidenza dei nuovi casi settimanali ogni 100 mila era di 64 nella fascia dai 6 ai 10 anni quando quella complessiva lombarda si attestava a 33 nuovi casi. Situazione simile anche per i bambini dai 3 ai 5 anni, la cui incidenza era di 57 casi ogni 100 mila. Il 73% in più rispetto al valore medio regionale.

I numeri dimostrano anche come il vaccino possa concretamente interrompere la catena dei contagi. Nella fascia dei giovani fra i 14 e i 18 anni, ovvero quella che ha accesso al siero anti-Covid, l'incidenza nella settimana che va dal 25 al 31 ottobre è di soli 26 casi positivi ogni 100 mila abitanti. Un numero nettamente inferiore rispetto alle fasce d'età più giovani.

(Fonte: L'Eco di Bergamo)

Ultime Notizie

X
X
linkcross