Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Dossena, nelle miniere lezioni di soccorso in grotta: trenta soccorritori da tutta la Lombardia

Durante il fine settimana appena trascorso, nelle miniere di Dossena, la IX Delegazione Speleologica, in collaborazione con la Scuola regionale di soccorso speleologico 'Andrea Parenti', è stata impegnata in un momento tecnico addestrativo.
16 Luglio 2020

Il soccorso in grotta per casi di infortunio durante l’attività speleologica implica una serie di tecniche e di competenze complesse e peculiari per questo tipo di ambiente. Sono eventi relativamente poco frequenti ma che mettono in moto un sistema di soccorso articolato e altamente specializzato.

Durante il fine settimana appena trascorso, nelle miniere di Dossena, la IX Delegazione Speleologica, in collaborazione con la Scuola regionale di soccorso speleologico “Andrea Parenti”, è stata impegnata in un momento tecnico addestrativo per il recupero di infortunati in ambiente ipogeo, in osservanza delle disposizioni nazionali e regionali relative al Covid-19 a cui attenersi per operare in sicurezza

La IX Delegazione, in piena emergenza, ha già portato a termine con successo un intervento di recupero, nel mese di giugno, al Pian del Tivano (CO). L’operazione ha consentito di mettere in pratica le linee guida definite dalle Scuole nazionali medica e tecnica del Cnsas. L’esercitazione di Dossena, luogo considerato una sorta di palestra ottimale, è stata una verifica ulteriore delle tecniche di recupero con misure di distanziamento e dispositivi di protezione individuale.

L’iniziativa ha coinvolto tutta la IX Speleologica: oltre ai tecnici erano presenti il Delegato, il Capostazione, il Direttore della scuola tecnica regionale e i relativi vice, il corpo docente al completo, per un totale di una trentina di soccorritori da tutta la Lombardia, a conferma che l’unità di squadra, soprattutto in grotta, determina l’esito positivo di un intervento, che può durare da diverse ore a più giorni: è in momenti come questo che si consolida lo spirito di gruppo.

È possibile che nelle prossime settimane, in particolare nel mese di agosto, l’alto numero di persone che praticano attività speleologica determini un aumento delle probabilità di incorrere in un incidente, come in genere accade: per questo, diventa molto importante prestare la massima attenzione e programmare con responsabilità le uscite, in base alle proprie competenze, con un occhio anche a fattori solo in apparenza secondari, come ad esempio le previsioni meteorologiche.

Ultime Notizie

X
X
linkcross