Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Elementari di Barzana in visita alla caserma dei Vigili del Fuoco di Bergamo

Terze, quarte e quinta della primaria 'G.Rodari di Barzana' vengono accompagnate dal Presidente e da alcuni volontari della Protezione Civile di Barzana, promotrice della visita d’istruzione.
15 Febbraio 2020

A cura della primaria G.Rodari di Barzana nell'ambito del progetto "La Voce Giovane! delle Valli".

L’annuncio scatena entusiasmo e prefigurazioni: chi diventa autista del camion rosso a sirene spiegate e chi acrobata che salta nel vuoto dalla torretta o scivola vorticosamente lungo un palo, pronto alla chiamata d’emergenza. Perché il pompiere, nell’immaginario di un fanciullo, è quel super eroe da cartone che si lancia a spegnere incendi e a salvare gattini abbarbicati, non si sa come, in luoghi impossibili, da raggiungere solo con lunghissime scale.

6, 13 e 27 novembre inizia il viaggio atteso: terze, quarte e quinta vengono accompagnate dal Presidente e da alcuni volontari della Protezione Civile di Barzana, promotrice della visita d’istruzione. Anche così si fa formazione ed informazione sulla Sicurezza, fuori dall’aula e dalla consueta lezione ed esercitazione, per incrementare conoscenza e consapevolezza.

La mattinata vola. La visione di filmati e le spiegazioni con slide catturano lo sguardo e l’ascolto; tante sono le informazioni sul Corpo dei Vigili del fuoco, altrettante sul concetto di rischio e di prevenzione, che si può fare fin da bambini, uno solo il messaggio da recepire: imparare ad aver cura di ogni forma di vita, in primis l’umana, con la tutela ed il soccorso.

Questa è la lezione speciale per gli alunni della Primaria “G. Rodari” di Barzana alla Scuola della Caserma. Poi si prova a fare, a gruppi, tutti: l’orientamento e l’uso corretto del corpo, nella sala del fumo (finto!), alla ricerca insieme della via d’uscita, la vestizione con i capi della divisa e l’immancabile elmetto protettivo dai differenti colori ad indicare i ruoli di chi lo indossa, l’uso della lancia spegni fiamme, maneggiata dapprima con impaccio, via via in modo sicuro e mirato, ceduto con titubanza al compagno in attesa del suo turno.

“Ma come? È già finita? Ci sono i mezzi da vedere, le attrezzature e poi quello e questo…". Alle spalle la Caserma s’ allontana, in testa l’idea chiara che il pompiere è spesso un eroe, tutt’altro che improvvisato, formato allo spirito di squadra, alle regole, al sacrificio e alla pronta disponibilità, con un obiettivo condiviso: salvare vite umane, innanzitutto.

“Maaa, qualcuno di voi ragazzi, da grande farà il pompiere? Calmi, c’è tempo per rispondere”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross