Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Ferrari, Lamborghini e Porsche per promuovere Val Brembana e Valle Imagna: ecco Wild Wheels

Oltre 50 auto sportive tra Ferrari, Porsche, Mercedes, Lamborghini hanno sfrecciato syi tornanti di Valle Brembana e Valle Imagna nei giorni scorsi.
16 Giugno 2022

Oltre 50 auto sportive tra Ferrari, Porsche, Mercedes, Lamborghini hanno sfrecciato syi tornanti di Valle Brembana e Valle Imagna nei giorni scorsi. Su e giù per le valli orobiche, attraverso splendidi luoghi e alla guida di altrettanto splendide supercar. È questa l’idea di Wild Wheels, raduno automobilistico giunto alla terza edizione, svoltasi domenica 29 maggio: ce la racconta Matteo Marinoni di Emme Emme automobili, concessionaria di lusso partner dell’iniziativa.

“Nasce tre anni fa, è il primo a cui partecipiamo e l’ha creato Luca Paninforni, che ci ha proposto di essere sponsor e partecipanti all’evento: la crescita è stata esponenziale e siamo riusciti a radunare 54 macchine con 117 persone in totale. Per me, era tassativo valorizzare il territorio, fare un raduno con queste macchine e portarle sul lago, dove vi sono tante location è facile e lo possono fare tutti, ma valorizzare le valli, che non hanno nulla da invidiare a tante altre località, era la cosa principale e per me rimane il nostro obiettivo”.

Obiettivo che la giornata del 29 maggio ha saputo realizzare molto bene, con due tour: il primo passando per Ponte Giurino, Berbenno, Laxolo, Brembilla, Gerosa, Peghera, Olda, Sottochiesa, San Giovanni Bianco (giro della Val Taleggio con i caratteristici orridi), Dossena e arrivo a Serina. Il secondo tour ha percorso la strada panoramica con vista sull’intera Val Serina, si è passati per il centro di Serina, poi Costa Serina, Trafficanti, Aviatico e Selvino. Infine sulla famosa Nembro-Selvino in discesa fino ad arrivare a Nembro. Da qui direzione Villa d’Almè dove si è chiuso l'evento.

“Ci siamo ritrovati con le vetture al piazzale di Almenno San Salvatore, grazie al Comune che ce lo ha concesso: le vetture sono state numerate, sono stati dati i badge e siamo partiti, quando siamo arrivati a Peghera ci siamo fermati per un omaggio gastronomico del territorio grazie al panificio Corticelli. Abbiamo anche organizzato una piccola lotteria, decidendo di premiare la persona più anziana presente, un signore di Brescia di 85 anni che è venuto addirittura con due macchine. Per esigenze di orario abbiamo ridotto il secondo tour, siamo arrivati a Bruntino, dove abbiamo chiuso con l’aperitivo. Purtroppo, non è facile trovare chi ci ospitasse, ma sono venute persona da Milano, Valtellina, quasi tutta la Lombardia”. Le strade e i tornanti della Valle Brembana e Imagna sono state molto apprezzate dai partecipanti.


Le supercar attraversano la suggestiva galleria di Bracca

“Devo dire che il feedback è stato positivo, diciamo che è mancato il tratto in cui si potesse andare in accelerazione per dare lo sfogo a tutte queste auto, che erano comunque molto potenti, avevamo Ferrari, Porsche, Mercedes…”.

Le Valli non possono che beneficiare di un’iniziativa così: “Secondo me, possiamo fare bene al territorio: si permette alla gente del posto di valorizzare quello che abbiamo in casa, in più tutti quelli che arrivano da fuori capiscono che siamo delle piccole Dolomiti, con posti davvero incantevoli. Col tempo, poi, vorremmo valorizzare la gastronomia, a Bergamo abbiamo perle incredibili, come la bresaola della Val Taleggio, sono prodotti a km 0. Se ci mettiamo un po’ e premiamo per promuovere le valli, si può fare bene”.

L’attrattiva non manca, secondo Marinoni. “Purtroppo, la giornata non era delle migliori, ma un po’ di pubblico c’era, qualcuno si affacciava, chiedendo che macchine fossero. Bisogna dire che l’abbiamo organizzato in nemmeno due mesi, non c’era molto tempo di fare pubblicità e abbiamo dovuto cambiare la data, all’inizio era l’8 di maggio. Sicuramente ci sarà una nuova edizione, vorremo crescere in quanto a volumi e afflussi di persone, magari già a settembre con un evento più leggero, poi l’anno prossimo almeno due eventi verranno programmati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti:
  1. Grazie per questo evento bello in tutti i sensi sperando di stare insieme in una prossima e graditissima occasione. Piero & Samuele Giannoni

Ultime Notizie

Taragna per tutti i gusti a Roncola, il 2 luglio torna la Taragnafest

Dopo due anni di pausa a causa della Pandemia, torna una delle feste più attese della Valle Imagna: la Taragnafest. Primi piatti, grigliate alla brace, brasati, funghi porcini e ovviamente la taragna, regina indiscussa della festa, sono gli ingredienti fondamentali per una sagra che nei primi due weekend di luglio attirerà avventori da ogni parte della provincia.

X
X
linkcross