Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Fiorentina Atalanta 2-0: Veretout, Biraghi e il rigore che fa discutere

L’Atalanta esce sconfitta dalla sfida contro la Fiorentina, la partita, disputasi a Firenze e valevole per la settima giornata di Seria A, vede vincitori i padroni di casa per due reti a zero.
1 Ottobre 2018

L’Atalanta esce sconfitta dalla sfida contro la Fiorentina, la partita, disputasi a Firenze e valevole per la settima giornata di Seria A, vede vincitori i padroni di casa per due reti a zero.

I bergamaschi hanno offerto nel complesso una buona prova, non riuscendo però a trovare, come già visto in precedenza, la via della rete. Dopo un primo tempo non spettacolare, con Gomez e Zapata in mostra per gli ospiti, la gara svolta al minuto 61’: Chiesa entra in area di rigore, Toloi lo affronta e l’attaccante viola cade a terra: l’arbitro Valeri indica il dischetto, nonostante non sembri esserci alcun contatto tra Chiesa e il giocatore atalantino, il VAR non interviene. Veretout da dischetto spiazza Gollini, preferito a Berisha tra i pali, e fa 1 a 0.

La reazione dell’Atalanta non si fa attendere, Gasperini gioca la carta Rigoni, a sorpresa in panchina: al 72’ l’argentino raccoglie un cross dalla sinistra dopo il liscio del portiere Lafont e calcia da dentro l’area, ma la palla si perde sul fondo di pochissimo dopo una deviazione. Gli orobici si giocano il tutto per tutto con l’ingresso di Barrow, 4-2-4 super offensivo che obbliga la Fiorentina a chiudersi nella propria area per difendere il risultato, a quattro dal ’90 il Papu Gomez calcia in corsa, Lafont si oppone e la difesa si rifugia in corner.

La partita sembra maledetta, la conferma arriva al terzo minuto di recupero: punizione dal limite dell’area per la Fiorentina, Biraghi calcia e Gollini respinge la sfera quando questa ha già superato la linea di porta, la goal line technology assegna la rete.

L’incontro finisce 2-0, i nerazzurri non sfigurano e incappano in un paio di episodi sfortunati, sintomo adatto al momento negativo della squadra. Buona prestazione di De Roon e Rigoni, con l’Atalanta che ha dimostrato di non aver smarrito la propria identità,bisogna però riuscire a segnare per ritrovare una vittoria che manca da più di un mese, sperando di invertire la rotta già dalla prossima partita contro la Sampdoria al Comunale.

 

Ultime Notizie

X
X
linkcross