Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Green Pass, da domani obbligatorio per parrucchieri ed estetisti. Dal 1° febbraio per negozi e Uffici Pubblici

È in arrivo un nuovo DPCM che a partire dal 1° febbraio introdurrà l'obbligo di Green Pass (base) per entrare nella gran parte dei negozi, con alcune eccezioni, e negli Uffici Pubblici.
19 Gennaio 2022

È in arrivo un nuovo DPCM che a partire dal 1° febbraio introdurrà l'obbligo di Green Pass (base) per entrare nella gran parte dei negozi, con alcune eccezioni come negozi di alimentari, farmacie e mercati all'aperto. Il Presidente del Consiglio Mario Draghi dovrebbe firmare ufficialmente il decreto in queste ore.

Nuovo DPCM: cosa cambia? Elenco degli esercizi

Le nuove restrizioni entreranno in vigore a partire dal 1° febbraio. Il DPCM, stando a quanto emerso, dovrebbe distinguere fra attività all'aperto e al chiuso, individuando fra quelle al chiuso le necessarie per assicurare le esigenze essenziali e primarie di ogni persona.

Accesso libero (senza Green Pass base) – Sarà possibile accedere liberamente a negozi di alimentari, supermercati, farmacie, parafarmacie, edicole, benzinai, negozi di carburante per il riscaldamento, articoli per animali, ottici, mercati all'aperto. Le tabaccherie dovrebbero essere escluse, a meno che non si trovino all'aperto oppure in strutture più grandi (come un centro commerciale). Sarà possibile frequentare anche mercati rionali, mercatini e bancarelle, fare acquisti nelle edicole all'aperto (ma non in quelle al chiuso) e acquistare sigarette negli appositi corner.

Sicurezza – Sarà possibile effettuare denunce e testimoniare in un processo anche se non si in possesso del certificato. Tuttavia, il Green Pass è richiesto per colloqui visivi in presenza con detenuti ed internati all'interno degli istituti penitenziari per adulti e minori.

Ospedali e visite mediche – Saranno consentite anche senza Green Pass in caso di necessità ed urgenza. Per quanto riguarda le visite programmate, invece, la certificazione base diventa obbligatoria.

Tutti gli altri negozi – A partire dal 1° febbraio, per tutti gli altri negozi non presenti in questa lista (compresi uffici pubblici, servizi postali e in banca) sarà obbligatorio presentare un certificato con tampone negativo (72 ore se molecolare, 48 se antigenico). Per i vaccinati e i guariti il Green Pass sarà sempre valido ma la validità scende a sei mesi con effetto retroattivo. Ciò significa che al 1° febbraio scadrà per chi ha superato i 180 giorni dall'infezione o dall'ultima somministrazione.

Ecco dunque il calendario delle nuove regole previste nelle prossime settimane.

  • A partire dal 20 gennaio – Green Pass (base o rafforzato) per andare dal parrucchiere, barbiere ed estetista;
  • Il 31 gennaio termina lo stop per le discoteche;
  • A partire dal 1° febbraio Green Pass (base o rafforzato) obbligatorio per negozi (con eccezioni) e Uffici Pubblici. Scattano anche le sanzioni da 100 euro una tantum per chi non si è ancora vaccinato (over 50);
  • A partire dal 15 febbraio scatta l'obbligo di presentazione del Green Pass rafforzato (solo vaccinati o guariti) sul luogo di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

X
X
linkcross