Vaccinazione anti-Covid, lavori in corso: in Bergamasca 27 mila le prime dosi

Redazione 11/12/2020 0 commenti

Ecco i principali esiti della call odierna dell’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo con i sindaci della Bergamasca. 

VACCINAZIONE ANTI-COVID: LAVORI IN CORSO – “Rispetto ai vaccini Covid è confermato che la gestione dipende direttamente dalla Protezione civile – ha esordito il direttore generale di ATS Bergamo Massimo Giupponi - Tre le attività in corso in vista dell’importante appuntamento con il vaccino: 

  1. individuare gli hub presso i quali consegnare le prime dosi di vaccini; sono state indicate cinque centrali di distribuzione (Treviglio, Papa Giovanni XXII, Piario, Lovere e Seriate) 
  2. monitoraggio sul personale disponibile nei territori per poter eseguire le vaccinazioni 
  3. individuare le sedi presso le quali effettuare i vaccini Covid. L’indicazione è di stare sul territorio. Non ci sono al momento indicazioni specifiche sui requisiti delle sedi. Verrà utile il lavoro effettuato sulle sedi esterne per le vaccinazioni antinfluenzali e per i tamponi rapidi”. 

27.000 è il numero dei primi vaccini Covid per il territorio destinati in via preliminare agli operatori sanitari, agli ospiti RSA, al personale delle strutture sociosanitarie.  

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

INDICATORI IN DISCESA; 89 COMUNI SENZA CASI DA 7 GIORNI – “Il decremento si è consolidato: la curva pandemica è in discesa, i casi giornalieri continuano a calare così come il setting scuola è contenuto. L’invito resta però quello per la massima prudenza”, così il dottor Alberto Zucchi sull’andamento della pandemia nel territorio di Bergamo. Ben 89 comuni sono con casi zero negli ultimi sette giorni.

L’Rt è consolidato sotto l’1. L’attività di ricovero sta andando bene. Restano alcuni problemi nella Bassa e l’Alto Sebino da due settimane è risalito nell’area più critica. A livello comunale i due comuni più impegnativi sono Solto Collina e Torre Pallavicina. Sono in fase di risoluzione Villa d’Adda e Fara Gera d’Adda.  

CRUSCOTTO DI SORVEGLIANZA OPERATIVO DA OGGI – Sono 232 i Sindaci dei Comuni ad oggi  profilati per l’accesso al Cruscotto di Sorveglianza (lo strumento approntato da Regione Lombardia per consentire la consultazione di dettaglio e la georeferenziazione dei singoli casi Covid residenti nel Comune), da completare rimangono solamente i Sindaci di 11 Comuni. Questo strumento sostituisce per i Sindaci il precedente canale informativo della Prefettura. Per l’approfondimento delle funzionalità dello strumento si sono tenute delle sessioni formative specifiche a cui hanno partecipato una cinquantina di Amministratori. 

TAMPONI RAPIDI PER I COMUNI  “Una delibera regionale regolamenta i tamponi rapidi in particolare al di fuori del sistema sanitario regionale (privati o altri) – ha spiegato il direttore sanitario di ATS Bergamo Carlo Alberto Tersalvi -  Le categorie che possono accedere sono le attività produttive, le farmacie e le attività ambulatoriali ex SSR. A differenza dei test sierologici, questi sono test diagnostici: non è possibile fare attività di screening”. Sul sito ATS Bergamo sono reperibili tutte le informazioni. “La decisione di effettuare il test è successiva alla valutazione medica e alla verifica del quadro sintomatologico – ha precisato il dottor Tersalvi -  I sindaci devono preventivamente presentare un progetto ad ATS che indichi fasi e responsabilità”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Marzo 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph