Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Il bocciodromo di Sant’Omobono Terme riapre: venerdì 11 marzo l'inaugurazione

Venerdì 11 marzo riaprirà il bocciodromo di Sant’Omobono Terme. A gestire la struttura - che oltre alla pista di bocce ha anche un bar - sarà Giovanni Salvi, originario di Sant'Omobono ora vive a Fuipiano, 45 anni, alle spalle già diverse esperienze come barista.
10 Marzo 2022

Venerdì 11 marzo riaprirà il bocciodromo di Sant’Omobono Terme. A gestire la struttura - che oltre alla pista di bocce ha anche un bar - sarà Giovanni Salvi, originario di Sant'Omobono ora vive a Fuipiano, 45 anni, alle spalle già diverse esperienze come barista.

Salvi ha vinto, nei mesi scorsi, il bando comunale per poter gestire il bocciodromo del paese e, dopo varie peripezie affrontate con spirito di sacrificio, è finalmente riuscito a realizzare il sogno che insegue da anni.

Per la serata inaugurale, in programma venerdì 11 marzo, è prevista musica d’intrattenimento per accogliere i clienti, mentre il bar sarà scaldato da un clima festoso e animato dall’energica socievolezza di Giovanni, pronto ad ospitare con la sua affabile esuberanza chiunque voglia essere presente in un momento così significativo per lui.

Numerosi ed economicamente rilevanti i lavori svolti per rendere agibile il locale, che ha necessitato di vari giorni per essere tirato completamente a lucido: "le pareti sono state ritinteggiate e rese accoglienti, l’allestimento casereccio per avvolgere le persone in una familiare atmosfera di accoglienza, tutto è stato riordinato e sistemato con meticolosa cura" ci racconta Salvi.

Per il primo mese non sono previsti eventi particolari, perché Giovanni vuole prima "ingranare con il lavoro -  spiega - e abituarsi alla gestione, cosicché la gente del posto possa iniziare a percepire il bocciodromo come un luogo familiare ed una tappa quotidiana"; ma si dice volenteroso di organizzare presto delle feste nel pieno rispetto delle norme vigenti, e ammette: “Vorrei anche partecipare alle notti bianche del paese. Vorrei collaborare e mi rendo disponibile con piacere in caso venissero organizzate in estate”.

Ad affiancare Salvi nella conduzione del bocciodromo ci sarà la moglie e, probabilmente, più avanti verranno anche assunte altre bariste se ci dovesse essere la necessità di ampliare il personale di servizio, dal momento che l’aspettativa del gestore, e l’auspicio, è quella di "attirare quanta più gente possibile. Voglio inoltre ringraziare Vera, segretaria del Comune, per fortuna che c’è stata lei. Lei è una vera forza!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

Taragna per tutti i gusti a Roncola, il 2 luglio torna la Taragnafest

Dopo due anni di pausa a causa della Pandemia, torna una delle feste più attese della Valle Imagna: la Taragnafest. Primi piatti, grigliate alla brace, brasati, funghi porcini e ovviamente la taragna, regina indiscussa della festa, sono gli ingredienti fondamentali per una sagra che nei primi due weekend di luglio attirerà avventori da ogni parte della provincia.

X
X
linkcross