Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Il 'laghetto di Valsecca' che piace a tutti: ''un problema da risolvere? No, anzi''

Quando le piogge non danno pace, in Valle Imagna avviene una piccola 'magia': un campo da calcio si trasforma in un lago. Accade a Valsecca – frazione di Sant'Omobono Terme – nel campo da calcio della Polisportiva Valsecca.
2 Dicembre 2019

Quando le piogge non danno pace, in Valle Imagna avviene una piccola “magia”: un campo da calcio si trasforma in un lago. Accade a Valsecca – frazione di Sant'Omobono Terme – nel campo da calcio della Polisportiva Valsecca ed è un fenomeno curioso quanto raro. Avviene infatti soltanto quando il maltempo continua imperterrito a rovesciare acqua sui nostri territori, proprio come è accaduto nelle scorse settimane nel paese valdimagnino. Ma per quale motivo accade ciò?

Andiamo con ordine: il campo da calcio, che è utilizzato da una squadra di esordienti a 7 della Polisportiva, è di fatto una piccola conca, dove confluiscono tanti ruscelli e acqua in generale provenienti dalla montagna. Aggiungiamo l'acqua che risale dal terreno ed ecco il “laghetto di Valsecca”, che accende ogni volta la curiosità di tutti, dai più piccini che lo osservano stupiti, ai più grandi, che una volta lo hanno addirittura navigato con un gommone.

Lo svuotamento è sicuramente molto più lento e avviene per mezzo di alcuni scarichi e di un passaggio naturale, dove l'acqua confluisce almeno 400-500 metri più a valle. Per i ragazzi che devono giocare, niente paura: anche in vista del periodo invernale, gli allenamenti sono spostati in altri campi, presi in prestito da altre polisportive. “Avevamo in ogni caso appena seminato l'erba e fatto dei lavori, per cui non era già accessibile di per sé” spiega Michele Todeschini, presidente della Polisportiva Valsecca.

Quello che potrebbe però sembrare un problema, per la Polisportiva è invece un evento positivo. “Un problema da risolvere? No, anzi, sono tutti contenti quando succede – racconta Todeschini – Nel 2002, quando c'è stata l'alluvione, abbiamo avuto l'acqua all'altezza di 9-10 metri: superavano le porte di quasi 4 metri. È bello vedere questo 'lago di Valsecca' pieno, scatena sempre la curiosità di tutti e quanto a grandezza, è molto più grande di quello del Pertus”. Un grazie alle piogge, quindi, che hanno permesso alla “magia” di realizzarsi.

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross