Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Interventi alle scuole di Zogno: dall'anno prossimo la mensa alle elementari

La Giunta comunale di Zogno ha approvato nei giorni scorsi il piano una volta definito 'per il diritto allo studio', studiato su proposta degli assessori ai Lavori Pubblici Giuliano Ghisalberti e alla Cultura Barbara Carminati.
14 Ottobre 2019

La Giunta comunale di Zogno ha approvato nei giorni scorsi il piano una volta definito “per il diritto allo studio”, studiato su proposta degli assessori ai Lavori Pubblici Giuliano Ghisalberti e alla Cultura Barbara Carminati. L'obiettivo del piano riguarda principalmente migliorie ed adeguamenti strutturali e sostegno allo studio e alla didattica, per un totale complessivo investito di 838 mila euro, di cui 565 mila destinati agli interventi strutturali e 273 mila al sostegno didattico.

Cambiano magari le definizioni, ma restano ed anzi aumentano i bisogni e comunque si deve sempre pensare a miglioramenti, per cui ecco l'attenzione della pubblica amministrazione – ha spiegato l'assessore e vicesindaco Giuliano Ghisalberti a L'Eco di Bergamo – Questo è un piano mirato, studiato lavorando sulla scorta delle indicazioni pervenute all'amministrazione comunale dalla dirigenza scolastica, oltre che per dar corso a normative di legge. Il tutto è stato concentrato in un documento che si articola in due capitoli, precisamente gli interventi sulle strutture che è di mia competenza ed il sostegno alla didattica di cui si occupa la collega Carminati”.

Fra i lavori che interesseranno le scuole di Zogno, c'è l'adeguamento antisismico del plesso di Ambria, per cui sono stati impiegati circa 400 mila euro. L'intervento, completato nella sua prima parte, verrà concluso la prossima estate – quando l'anno scolastico sarà concluso. Nella scuola primaria di Zogno, in via Roma, si lavorerà invece per introdurre una sala mensa, dal costo di 40 mila euro, per ora in fase di progettazione con la previsione di realizzazione in primavera e l'apertura effettiva ad inizio del prossimo anno scolastico, ovvero a settembre 2020.

L'assessore all'Edilizia privata Giampaolo Pesenti, invece, si è occupato di seguire le procedure per un intervento di riqualificazione della scuola dell'infanzia in via San Bernardino, che ha visto la collaborazione fra il comune ed un privato, per la somma complessiva di 45 mila euro. Infine, è previsto l'abbattimento di barriere architettoniche per quanto riguarda la scuola secondaria di primo grado di Piazza Marconi, attraverso la costruzione di una rampa d'accesso come via di fuga alternativa all'ascensore già presente.

Dal punto di vista didattico, invece, sono previsti contributi per implementazione di strumentazioni informatiche e per manifestazioni, servizio mensa, trasporti e assistenza scolastica. “Puntiamo ad una scuola di qualità, pronta a rispondere tempestivamente e se possibile a prevenire le istanze che arrivano dal mondo scolastico – ha commentato il sindaco Selina Fedi È la ricerca del miglioramento delle qualità della vita della comunità”.

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross