Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

La Lombardia arancione prima di Pasqua? Lo decideranno i dati ed il monitoraggio del 26 marzo

La data decisiva sarà il 26 marzo. quando il monitoraggio dell'Iss decreterà i nuovi colori delle Regioni: se i numeri lo permetteranno, dal 29 marzo la Lombardia potrebbe tornare arancione per cinque giorni di respiro prima della stretta di Pasqua.
17 Marzo 2021

Con il nuovo Decreto Legge, entrato in vigore lunedì 15 marzo, l'Italia ha cambiato colori alle proprie Regioni, eliminando – almeno temporaneamente – la zona gialla. La Lombardia, insieme a Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Piemonte, Veneto, Marche, Molise, Puglia e Trento, è stata collocata nella fascia di rischio più alta, la zona rossa.

L'obiettivo degli amministratori, in queste due settimane di stop forzato, è quello di tornare in zona arancione prima della stretta di Pasqua e guadagnare cinque giorni di respiro per tutte quelle attività che sono state costrette a chiudere.

La data decisiva sarà il 26 marzo, quando il consueto monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità decreterà il destino delle Regioni: se i numeri lo permetteranno, a partire da lunedì 29 marzo la Lombardia potrebbe vedere l'atteso spiraglio arancione.

- La Voce delle Valli

Il “calendario” delle scadenze – Lunedì 15 marzo è stato il giorno dell'entrata in vigore del nuovo Decreto Legge, oltre che la data fissata per il passaggio automatico di tutte le Regioni in fascia gialla a quella arancione e di quelle con rischio alto dall'arancione al rosso. Fra queste anche la Lombardia, che dovrà attendere i canonici quindici giorni prima di vedere un altro cambio colore.

Si spera in un ritorno all'arancione: nell'ultimo monitoraggio, la Regione aveva un Rt di 1,3 (oscillazione tra 1,28 e 1,32). Se durante le prossime settimane l'Rt e i nuovi ricoveri dovessero abbassarsi, una speranza potrebbe aprirsi. Il monitoraggio determinante sarà quello di venerdì 26 marzo, mentre quello del 19 marzo sarà utile a capire l'andamento della curva dei contagi.

Solo allora, nel caso di valori in discesa, ci sarà un cambio fascia che da lunedì 29 marzo – giorno dell'eventuale entrata in vigore – permetterebbe la riapertura di alcuni negozi e attività, come parrucchieri, barbieri e centri estetici. Cinque giorni di respiro prima della nuova serrata di Pasqua, che tingerà di rosso tutta l'Italia il 3, 4 e 5 aprile. Il 6 marzo sarà l'ultimo giorno prima della scadenza del Decreto Legge: solo allora Governo ed esperti decideranno le nuove regole da adottare, in base alla situazione epidemiologica.

(Fonte: ilcorriere.it)

Ultime Notizie

X
X
linkcross