Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Ospedali di Bergamo e S.Giovanni: dal 6 agosto nuove regole per visite ai pazienti ricoverati

Da venerdì 6 agosto sarà possibile tornare a far visita ai pazienti ricoverati nei reparti dell’Ospedale di Bergamo e di San Giovanni Bianco, ma solo se in possesso della Certificazione verde (Green pass).
4 Agosto 2021

Da venerdì 6 agosto sarà possibile tornare a far visita ai pazienti ricoverati nei reparti dell’Ospedale di Bergamo e di San Giovanni Bianco, ma solo se in possesso della Certificazione verde (Green pass), come evidenziato dalle indicazioni di Regione Lombardia.  

L’ASST Papa Giovanni XXIII sta ultimando la definizione di un nuovo regolamento sugli accessi che verrà reso pubblico entro l’inizio della prossima settimana, non appena terminate le necessarie azioni organizzative interne, volte a garantire il rispetto delle regole e a tutelare la salute di tutti coloro i quali frequentano l’ospedale.  

Già a partire da venerdì saranno comunque ripristinate le visite ai pazienti ricoverati, secondo le seguenti condizioni: le visite saranno possibili solo per i soggetti muniti della Certificazione verde e di un documento d’identità, consentite ad una sola persona, nella fascia oraria compresa tra le 16 e le 18 e a giorni alterni, in base al numero del posto letto, pari o dispari, assegnato alla persona ricoverata.  

 

395 2 25 agosto banner adv trony - La Voce delle Valli

Per le aree di Pronto Soccorso, resta inibito l’accesso agli accompagnatori dei malati che necessitano di questo servizio, ad eccezione di situazioni particolari che vengono valutate dal personale, come avviene già ora. 

Possiamo finalmente ripristinare le visite ai pazienti ricoverati anche in assenza di particolari necessità, ma dobbiamo mantenere alta l’attenzione, perché è essenziale ridurre al minimo il rischio di vanificare i tanti sacrifici fatti finora – ha spiegato Fabio Pezzoli, Direttore sanitario dell’ASST Papa Giovanni XXIII -. Per questo dobbiamo continuare a mantenere il distanziamento sociale ed evitare accessi incontrollati in aree che ospitano soggetti già con problemi di salute anche rilevanti, come le sono le corsie dei nostri ospedali”. 

Ultime Notizie

X
X
linkcross