Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Piero e Renzo, due valdimagnini volontari in Bielorussia per ristrutturare un ospedale pediatrico

I due valdimagnini, con il gruppo Aiutiamoli a Vivere, stanno lavorando intensamente per ristrutturare il piano ambulatori della struttura ospedaliera pediatrica di Slavgorod, città bielorussa.
9 Agosto 2017

Agosto da sempre per molti di noi è sinonimo di vacanze, relax e riposo, al mare o in montagna, oppure anche solo tra le mura di casa, ma non per tutti la vacanza è solo questo. Piero Invernizzi di Corna Imagna (in maglietta verde nella foto) e Renzo Pelaratti di Sant'Omobono Terme (il secondo da sinistra), infatti, già da qualche anno hanno deciso di spendere i loro giorni di stacco dal lavoro andando ad operare in Bielorussia, come volontari dell'associazione Aiutiamoli a Vivere.

I due valdimagnini, ancora una volta, sono partiti dall'aeroporto di Milano-Malpensa, insieme a tanti altri volontari provenienti da molte città d'Italia. Sono in tutto una cinquantina e stanno vivendo in questi giorni una vacanza-lavoro molto speciale che li ha portati in Bielorussia, precisamente nella città di Slavgorod, dove stanno restaurando l'ospedale pediatrico in questa zona che fu contaminata dalle radiazioni di Chernobyl.

Con alcuni uomini, ma anche donne di Slavgorod, il gruppo Aiutiamoli a Vivere quest'anno sta lavorando intensamente per ristrutturare il piano ambulatori della struttura ospedaliera pediatrica del paese. Un lavoro enorme, partito dalla demolizione di ciò che c'era e che pian piano ricostruirà a perfezione ogni ambiente grazie al lavoro congiunto di artigiani, muratori, cartongessisti, idraulici, piastrellisti e semplici manovali, guidati da architetti e geometri. Tutti volontari.

Le loro giornate non hanno orari, né stipendio, ma la grande e meravigliosa soddisfazione di fare del bene al prossimo ed in particolare ai bambini che usufruiranno di questa struttura. Già nel 2014, Piero e Renzo, con il gruppo Aiutiamoli a Vivere, hanno rinnovato interamente un altro piano dell'ospedale di Slavgorod, quello della pediatria. I lavori termineranno entro il 10 Agosto e la cittadinanza organizzerà una festa per dire loro grazie.

Torneranno stanchi e distrutti i nostri due volontari valdimagnini, ma carichi dentro. L'impatto con quella realtà sarà per loro motivo di arricchimento personale e di enorme contentezza. Ci racconteranno e mostreranno fotografie di un'esperienza che rimarrà sempre nei loro cuori, all'insegna di una vacanza sinonimo di generosità e volontariato in cui nulla potrà valere di più, se non il sorriso e la gratitudine degli abitanti, ma soprattutto dei bambini di Slavgorod che a fine lavori visiteranno i nuovi ambienti. Intanto Piero e Renzo già pensano al futuro, quando con Aiutiamoli a Vivere intraprenderanno un'altra vacanza-lavoro per il bene degli altri.

Chi volesse conoscere meglio le attività di Aiutiamoli a Vivere clicchi qui.

LEGGI ANCHE

Il minigold di Sant'Omobono splende come uno smeraldo: ecco il restyling

Centro Studi Valel Imagna, 22 mila euro da Regione Lombardia per promuovere la dieta alpina

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross