Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Primo Rally Valle Imagna firmato Marco Colombi e Angelica Rivoir, tra neve e colpi di scena

Decima vittoria in carriera per il pilota di Presezzo Marco Colombi che dopo aver preso la leadership in Ps1 l’ha persa nella successiva per un’errata scelta di gomme salvo poi riconquistarla dalla Ps3 e senza più lasciarla. A podio Spataro e Bondioni. Gara condizionata dalle avverse condizioni meteorologiche che hanno costretto gli organizzatori ad accorciare la Ps Corna Imagna e a sospendere la Ps3 Berbenno.
29 Novembre 2021

La prima edizione del Rally Valle Imagna è stata vinta da Marco Colombi ed Angelica Rivoir. I fidanzati di Presezzo hanno meritatamente fatto loro la gara di casa grazie ad una prova altisonante “macchiata” solo da un’errata scelta di gomme in Ps2 sabato 27 novembre, che aveva riaperto i giochi di classifica con Caffoni-Grossi. Nella prima prova domenicale però, i due ossolani sono usciti di strada spalancando le porte del successo a Colombi e alla Rivoir che hanno trovato il deserto alle loro spalle; guidare con accortezza sulle insidiosissime strade orobiche è stato poi un esercizio di stile per i due del Colombi Racing Team che hanno potuto festeggiare al traguardo di Sant’Omobono. Per Marco Colombi, figlio d’arte nato nel 1985, si tratta del decimo successo in carriera: l’ultimo risale alla Ronde del Canavese del 2019.

“Siamo contenti: vincere non è mai facile e dopo le difficoltà di stamane (ieri mattina per chi legge ndr), trovarsi di colpo, dopo l’uscita di Caffoni a gestire quaranta secondi mi ha un po’ spiazzato ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Dedico questo successo alla mia famiglia e a quella di Angelica” ha detto il pilota vincitore con i colori della Rally Club Grigis Selvino.

Seconda piazza a 42” per Andrea Spataro e Alessia Muffolini, al debutto con la VW Polo R5 dell’Erreffe: i due lombardi hanno creduto nella seconda piazza finale andando a vincere le ultime due prove speciali scavalcando così Ilario Bondioni e Sofia D’Ambrosio che dopo una partenza-no nelle due speciali di ieri, oggi avevano risalito la china con la Skoda R5 della PA Racing; per il camuno e l’ossolana il podio è comunque maturato con il distacco di 46”1 da Colombi.

La gara, dopo la bagarre di sabato 27 novembre, ha vissuto momenti intensi nella prima parte di oggi quando le strade, rese dapprima viscide e poi ben più che scivolose per la nevicata caduta in valle, hanno mietuto vittime illustri. Caffoni-Grossi, Catterina-Michi, Galizioli-Peli, Scolari-Pieri sono stati i primi a consegnare la tabella per uscite di strada senza conseguenze per gli equipaggi; i loro incidenti però hanno ostruito la carreggiata costringendo la direzione gara a sospendere la Ps3; la neve invece, ha obbligato all’accorciamento della Ps4 e 6 ad una lunghezza totale di 3,900km.

Matteo Farina e Luca Guglielmetti hanno vinto il trofeo in memoria di Massimo Rodeschini: il driver trentino classe 1996 è stato il primo Under25 sulla Ps Corna Imagna1. Premi particolari anche per l’equipaggio vincitore assoluto che si è aggiudicato un buono shopping di 500€ presso Orio Center e un soggiorno relax con cena al ResortSpa Miramonti.

Le classifiche si possono trovare sul sito www.rallyvalleimagna.it.

Foto: Galleria di FotoAlquati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti:
  1. Pubblicizzare il rally non mi sembra il caso!Tutte quelle auto rumorose disturbano la fauna, inquinano l’ambiente già sufficientemente inquinato e credo che ormai sia ora di cambiare abitudini! Si parla di usare le auto elettriche si dice che bisogna rispettare l’ambiente e un rally in montagna è un insulto all’intelligenza !è la la prima volta e spero anche l’ultima

Ultime Notizie

X
X
linkcross