Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Raccolta castagne, attenzione ai boschi privati: si rischia 1 anno di carcere

Raccogliere castagne potrebbe costare caro: non tutti ne sono a conoscenza, ma fare man bassa di questo piccolo frutto autunnale, tanto celebrato nelle nostre Valli, potrebbe portare – oltre ad una multa – anche ad un anno di reclusione.
21 Ottobre 2019

Raccogliere castagne potrebbe costare caro: non tutti ne sono a conoscenza, ma fare man bassa di questo piccolo frutto autunnale, tanto celebrato nelle nostre Valli, potrebbe portare – oltre ad una multa – anche ad un anno di reclusione. Il problema sorge quando si tratta di raccogliere castagne nei boschi privati, seppur senza saperlo, poiché la raccolta in proprietà privata è a tutti gli effetti un furto e per cui anche un reato penale.

È un furto a tutti gli effetti – afferma Fabio Leonelli, comandante della Polizia Provinciale di Modena – Occorre tenere sempre presente che raccogliere castagne in un fondo privato è un reato, anche se non ci sono appositi cartelli di segnalazione della proprietà. Spetta al raccoglitore, infatti, informarsi sulla proprietà privata, comunale o demaniale dei terreni”.

Le conseguenze, come anticipato, non sono rosee: citando l'articolo 626 del codice penale, la multa ammonterebbe a 206 euro e si rischierebbe fino ad un anno di reclusione.

Per evitare una denuncia per furto, quindi, è bene tenere gli occhi aperti ed evitare boschi particolarmente conservati o curati, perché con molta probabilità privati. È comunque raccomandabile per i proprietari – seppur non obbligatorio per legge – installare eventuali cartelli con la dicitura “Proprietà privata – divieto di raccolta castagne art. 624 e 625 del codice penale e articolo 2043 del codice civile”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross