Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Raduno degli emigranti bergamaschi: dalla Cornabusa a Sotto il Monte

Dopo il grandissimo successo del raduno degli emigranti valdimagnini, andato in scena nel 2014, nei giorni 8, 9 e 10 settembre di quest'anno si svolgerà il raduno internazionale dei bergamaschi nel mondo.
21 Marzo 2017

Dopo il grandissimo successo del raduno degli emigranti valdimagnini, andato in scena nel 2014, nei giorni 8, 9 e 10 settembre di quest'anno si svolgerà il raduno internazionale dei bergamaschi nel mondo. L'evento è promosso da Centro Studi Valle Imagna in collaborazione con Ente Bergamaschi nel Mondo, Comunità Montana Valle Imagna e Associazione Imprenditori di S.Omobono Terme (ISOT).

Rispetto a tre anni fa, quest'anno il raduno non sarà solo dedicato ai soli emigranti valdimagnini ma anche a quelli che vengono da tutta la bergamasca (attualmente in giro per il mondo o rientrati in patria) donando un respiro più ampio al rendez-vous. Non solo Valle Imagna: la tre giorni si svolgerà a S.Omobono Terme, presso il Santuario della Cornabusa (come nel 2014), ma si sposterà anche a Bergamo e a Sotto il Monte, paese natale di San Giovanni XXIII.

"La proposta – si legge sul comunicato del Centro Studi Valle Imagna – costituisce innanzitutto una preziosa occasione di incontro tra le persone, ma anche un'opportunità per riflettere su un fenomeno, quello delle migrazioni, che ha segnato la storia sociale delle popolazioni rurali nei secoli scorsi e che continua a caratterizzare la struttura delle nostre comunità anche nella società attuale".

Gli emigranti bergamaschi nel mondo vengono da ogni angolo del globo: Francia (sulle Alpi Occidentali, soprattutto nel Dipartimento dell'Isère), Svizzera (sull'asse Zurigo-Aarau- San Gallo, nella Vallée de Joux e nell'area compresa tra Neuchatel e Losanna), Belgio (sull'asse Liegi - Seraing - Charleroi - La Louviere), Canada (nella città metropolitana di Toronto), Argentina (nella provincia di Cordoba e nell'area del Rio Negro) e Brasile (nello Stato di Santa Catarina, a Criciuma e Botuverà).

"Per ciascuno di questi territori – continua il comunicato – abbiamo realizzato negli anni scorsi specifiche indagini e prodotto diversi strumenti editoriali come libri e Dvd che possono essere richiesti direttamente al nostro Centro Studi. Per ultimo, in occasione del raduno 2017, presenteremo in anteprima il nuovo volume sull'emigrazione bergamasca nello Stato di Santa Catarina (Brasile), che sarà oggetto di successive presentazioni anche a Criciuma e a Botuverà"  

(In collaborazione con il mensile Intervalli)

Articoli Correlati

Papa Giovanni XXIII, chirurgia robotica estesa al trattamento del tumore del colon

Ultimato l’addestramento dei chirurghi, il robot dell’Ospedale di Bergamo è ora utilizzato per la rimozione del tumore del colon. Con l’introduzione della Chirurgia 1 addominale-toracica come terza Unità operativa coinvolta dopo la Urologia e la Ginecologia, il Papa Giovanni anticipa le direttive di Regione Lombardia che chiede agli ospedali dotati di robot di estenderne l’utilizzo a partire dal 2022.

X
X
linkcross