Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Rigenerazione urbana e borghi storici: 1.107 domande dai Comuni per il contributo regionale

Sono previsti interventi su aree e immobili di proprietà pubblica e di pubblico interesse, oltre a opere di riqualificazione urbana e territoriale dei borghi storici
15 Marzo 2021

Sono 774 le domande presentate per gli interventi di rigenerazione urbana dai Comuni, alle quali vanno aggiunte 333 riguardanti i borghi storici. In totale quindi 1.107 domande per i due bandi. Sono i numeri, notevoli, relativi alla chiusura del termine per i bandi sulla rigenerazione urbana e riqualificazione dei borghi storici. 

“Questi bandi aperti il 1° febbraio scorso – ha ricordato l’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni sono il risultato di uno straordinario sforzo finanziario di Regione Lombardia. Grazie ai cospicui fondi messi a disposizione dal ‘Piano Lombardia‘ e all’input della Legge regionale 18/2019 sulla rigenerazione urbana”.

“Si può dar vita a un corposo piano di finanziamento – ha aggiunto Foroni – . Sono previsti interventi su aree e immobili di proprietà pubblica e di pubblico interesse, oltre a opere di riqualificazione urbana e territoriale dei borghi storici”.

“Come era facile prevedere – ha commentato Foroni – vista la somma complessiva di 130 milioni a disposizione, ovvero 100 milioni per il bando di rigenerazione e 30 milioni per quello dei borghi storici, sono tanti i progetti presentati dai nostri Comuni. Questo denota senz’altro la bontà dell’iniziativa che con uno straordinario sforzo economico va in aiuto delle nostre comunità”.

Il bando sulla rigenerazione urbana riguarda interventi di recupero su edifici comunali e spazi di interesse pubblico. Il finanziamento è previsto nella forma del contributo a fondo perduto, fino al 100%. L’investimento minimo previsto per ciascuna istanza di contributo è di 100.000 euro. Il contributo massimo concedibile per beneficiario singolo o in forma associata è di 500.000 euro.

Toccherà, ora, agli uffici competenti procedere con l’istruttoria tecnica che durerà 90 giorni (salvo sospensione dei termini). In modo quindi da poter procedere con la pubblicazione della graduatoria entro il mese di luglio.

Ultime Notizie

X
X
linkcross