Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Ballo Almenno, una storia di amicizia e passione per il liscio e il boogie-woogie

L’A.S.D. di Almenno San Bartolomeo offre corsi di ballo e serate, per clienti dai 60 anni a salire. Un ampio parcheggio e un piccolo ristoro, il tutto ad un ottimo rapporto qualità-prezzo. A breve un incontro con l’Amministrazione Comunale per decidere le sorti dell’Associazione.
21 Maggio 2022

Un gruppo di amici uniti dalla passione per il ballo (liscio), un progetto nato per gioco, senza scopo di lucro e che - anzi - ha tra gli obiettivi anche quello di fare beneficenza sul territorio. Sempre, però, ballando. A guidare l'associazione è Enzo Rota. Dopo 36 anni di lavoro in banca e alcune esperienze in un’officina meccanica, Rota ha raggiunto la pensione da poco e attualmente si occupa dell’A.S.D. Ballo Almenno San Bartolomeo.

È un’Associazione operativa da marzo 2014. Prima svolgevamo solo volontariato, ma da luglio 2016 siamo diventati una A.S.D., ovvero un’Associazione Sportiva Dilettantistica. Non abbiamo alcun scopo di lucro, facciamo beneficenza sul territorio: recentemente abbiamo aiutato delle famiglie ucraine. Ci occupiamo di intrattenimento e organizziamo settimanalmente delle serate di ballo al Palazzetto dello Sport di Almenno San Bartolomeo, principalmente proponiamo ballo liscio, balli di gruppo e boogie-woogie e la clientela ha dai 60 anni a salire - spiega Rota - Il progetto è nato per gioco. C’era un mio amico che era stanco di doversi allontanare troppo dal paese per andare a ballare, così abbiamo deciso di creare quest’Associazione che ora sta andando alla grande. Attualmente siamo un gruppo di 10 volontari e abbiamo un consiglio direttivo composto da 7 elementi. In caso si necessità possiamo contare anche sull’aiuto di alcuni clienti, che sono diventati amici nel corso degli anni. Abbiamo anche un nostro commercialista e siamo regolarmente iscritti al Coni”.

L’Associazione organizza anche corsi di ballo e il presidente Rota spiega dettagliatamente i servizi che offre l’Associazione: “I corsi di ballo sono tenuti da maestri professionisti e sono divisi in una sessione invernale ed una primaverile. La nostra stagione inizia a settembre e termina a maggio. Noi offriamo un eccellente rapporto qualità-prezzo, essendo principalmente dei volontari. L’ingresso costa 7€ con consumazione, prima ci occupavamo direttamente noi del servizio cocktail, mentre adesso se ne occupa il bar e noi provvediamo a restituire una parte del ricavato per il lavoro. A metà serata solitamente interrompiamo la musica e offriamo un piccolo ristoro, consistente in un gelato o in biscotti”.

La pandemia ha causato danni e perdite a questo settore, costringendo l’Associazione ad adottare misure restrittive: “In tempo di Covid era tutto perfettamente organizzato: un percorso d’entrata con rilevazione della temperatura, utilizzo del disinfettante, areazione dei locali. Al momento resta necessaria la prenotazione e l’utilizzo della mascherina nei bagni, all’ingresso e al bar, mentre in pista è soltanto consigliata. Durante la pandemia, nonostante l’età avanzata dei clienti, si sono verificate poche morti e qualche perdita a livello economico”.

Per quanto riguarda la momentanea organizzazione delle serate "attualmente siamo aperti il sabato dalle 21:00 alle 00:30 e la domenica dalle 21:00 a mezzanotte. Il servizio che offriamo prevede un parcheggio molto ampio, un servizio di ristoro, bagni e grandi spazi interni”, poi prosegue confessando: “Adesso chi gestisce il Palazzetto dello Sport ha intenzione ristrutturarlo, tant'è che a breve avremo un incontro con l’Amministrazione Comunale. Il campo da gioco verrà completamente sostituito con il parquet e la preoccupazione dilagante è quella che i ballerini possano compromettere la pavimentazione. Questo timore è infondato, dal momento che la maggior parte dei miei clienti porta con sé delle apposite scarpe da ballo, che cambia regolarmente prima di ogni serata. Sarebbe un peccato dover rinunciare e abbandonare quest’impresa e sarebbe altrettanto difficile trovare un’altra struttura delle stesse dimensioni, pronta ad ospitarci”. Una curiosità: spesso - ovviamente prima della pandemia -il gruppo di ballerini è finito in TV, al programma Voci in Piazza su Antenna3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti:
  1. Buon giorno,
    accettereste anche due "orsacchiotti" che vorrebbero lanciarsi nel ballo?
    abbiamo 60 e 62 anni
    grazie
    Anna e Paolo

Ultime Notizie

X
X
linkcross