Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Coniglio ripieno dell'Hotel Miramonti

Nuova puntata della rubrica "Sapori in Valle" con un'altra ricetta firmata Hotel Miramonti. Questa volta scopriamo come viene preparato il coniglio ripieno nelle cucine dell'albergo di Rota d'Imagna.
30 Luglio 2022

Nuova puntata della rubrica "Sapori in Valle" con un'altra ricetta firmata Hotel Miramonti. Questa volta scopriamo come viene preparato il coniglio ripieno nelle cucine dell'albergo di Rota d'Imagna.

Ingredienti (per quattro persone):

  • 1 coniglio
  • 1 salsiccia
  • 150 grammi di carne macinata
  • 60 grammi di parmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 1 uovo grande
  • 2 cucchiai di pane grattugiato
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 10 foglie di salvia
  • 2 rametti di rosmarino
  • 2 foglie di finocchietto selvatico
  • 2 fette di pancetta (fresca)
  • 250 ml di vino bianco secco
  • q.b. olio di semi di mais

Preparazione

Lavare il coniglio molto bene in acqua corrente e togliere tutte le parti grasse. Aprire la pancia del coniglio nel senso della lunghezza; appoggiarlo sopra un tagliere; aprirlo e con l’aiuto di un coltellino iniziare a staccare la carne dall’osso rivolgendo la lama sempre verso l’osso; staccare le coste e la spina centrale e poi aprire le estremità e togliere tutte le altre ossa.

Mettere in una ciotola il pane grattugiato, il parmigiano, il prezzemolo lavato e tagliato fino, mezza salsiccia, la carne macinata, l’uovo e un pizzico di sale (se ci sono cuore o fegatino aggiungerli lavati e tagliati); mescolare. Lavare e tagliare grossolanamente il rosmarino, la salvia, il finocchio selvatico e l’aglio. Salare il coniglio e distribuire 1/3 degli gli odori nella parte interna; distribuire a pezzetti mezza salsiccia e sistemare il ripieno. Tagliare dei pezzi di spago da cucina per legare.

Infornare in forno ventilato preriscaldato a 190 gradi; dopo due o tre minuti aggiungere due dita in un bicchiere di acqua e vino in modo che l’olio sul fondo non bruci.

Cuocere per un’ora e 20 minuti (il tempo di cottura dipende dalla grandezza del rotolo); girare la carne ogni 15 minuti circa avendo cura di non fare mai asciugare il fondo della teglia aggiungendo sempre un po’ di acqua e vino. Tagliare a fette il coniglio disossato al forno saporito solo al momento di servirlo; affinché il rotolo resti compatto appoggiarlo sopra un tagliere e adoperare un coltello affilato. Servire caldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

Il Ponte del Gandino, un vecchio tesoro valdimagnino tra luci e ombre

Questa è la prima puntata della rubrica "Vi racconto una fotografia" curata da Filippo Manini, musicista valdimagnino, direttore del Coro CAI Valle Imagna, compositore, educatore, amante della sua terra e da qualche anno appassionato di fotografia. Buona visione e lettura!

X
X
linkcross