Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Pranzo di Natale? Ecco la fesa di tacchino ripiena di castagne con lenticchie del Miramonti

In questa nuova puntata della rubrica "Sapori in Valle" un'altra ricetta firmata Hotel Miramonti. È il turno della fesa di tacchino ripiena di castagne con lenticchie.
11 Dicembre 2021

In questa nuova puntata della rubrica "Sapori in Valle" un'altra ricetta firmata Hotel Miramonti che, in vista delle festività natalizie, ci propone un grande classico per questo periodo: la fesa di tacchino ripiena di castagne con lenticchie.

Ingredienti (per quattro persone):

  • 3 etti di lenticchie
  • 1 kg di fesa di tacchino
  • 3 etti di castagne molli
  • 3 etti di salsiccia
  • rosmarino/salvia q.b.
  • olio d'oliva
  • 500 cl di latte
  • sale/pepe
  • 200 gr di grana grattugiato
  • 1 gambi di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla

Preparazione

Aprire a metà la fesa, facendo attenzione a non romperla. Si aggiunge il ripieno, avvolgerlo nella fesa e chiuderlo con lo spago.

Mettere in casseruola, bagnare la fesa con vino bianco e olio, aggiungere rosmarino e salvia per dare aroma. Mettere in forno pre-riscaldato 180 gradi per un'ora.

Procedimento lenticchie: fare una dadolata piccola di carote, sedano, cipolla e soffriggere. Aggiungere le lenticchie, coprirle di acqua. Cuocere per 30 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti:
  1. Bel modo di tenere informati i valligiani con notizie precise e servizi curiosi.complimenti vivissimi per l’idea e la forma giornalistica. Avanti tutta!!!

Ultime Notizie

Le malefatte dell'orco in Valle Brembana

Nelle leggende brembane possiamo trovare l'orco, un essere gigantesco, violento e crudele, che si cibava di bimbi sottraendoli dalle culle. Se ne andava in giro di notte, a fare dispetti ai più nottambuli o a chi doveva alzarsi presto al mattino. Bastava un nulla per agitarlo e per chiunque lo incontrasse erano guai seri.

Covid, la ricerca spasmodica dei tamponi: "Siamo sicuri che sia questa la strada giusta?"

Nelle ultime tre-quattro settimane, in concomitanza con l’approssimarsi delle feste di Natale e parallelamente al diffondersi in modo via via sempre più massiccio della nuova variante del SARS-COV2, la ricerca dei tamponi per avere diagnosi di infezione, per potersi togliere un dubbio, per essere sicuri, per entrare ed uscire da isolamenti e quarantene o per poter ottenere lasciapassare necessari alle diverse realtà della vita quotidiana è diventata letteralmente spasmodica…del tutto fuori controllo,

X
X
linkcross