Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

S.Pellegrino, l'ex ponte ferroviario verrà recuperato: collegamento sicuro per pedoni e ciclisti

Per decenni ha servito la linea ferroviaria che, da Bergamo, percorreva l'intera Valle Brembana. Oggi è utilizzato da residenti, studenti e dipendenti per attraversare il fiume da Pregalleno a Ruspino. L'ex ponte ferroviario di San Pellegrino Terme tornerà a pieno regime grazie ad un importante intervento di recupero, che lo trasformerà in passaggio sicuro pedonale e ciclabile.
22 Febbraio 2022

Per decenni ha servito la linea ferroviaria che, da Bergamo, percorreva l'intera Valle Brembana. Oggi è utilizzato da residenti, studenti e dipendenti per attraversare il fiume da Pregalleno a Ruspino.

L'ex ponte ferroviario di San Pellegrino Terme tornerà a pieno regime grazie ad un importante intervento di recupero, che lo trasformerà in passaggio pedonale e ciclabile attraverso un finanziamento regionale di 900 mila euro. La data d'inizio lavori non è ancora stata definita, ma è probabile che si aggiri attorno alla fine dell'anno; si interverrà anche sul parcheggio che si trova all'imbocco (lato Pregalleno) e sulla scaletta di accesso.

Un centinaio di metri in lunghezza, che ancora conserva il tracciato dei vecchi binari e gli spazi di fuga dei pedoni: così si presenta, oggi, il viadotto. Grazie all'intervento, il ponte verrà completamente recuperato e rinnovato, accompagnato da un'importante opera di manutenzione e riqualificazione che permetterà il passaggio in sicurezza sia dei pedoni – che oggi lo usano come scorciatoia fra le due sponde – che per le biciclette. Queste ultime meritano un'attenzione speciale, dal momento che il ponte si trova a pochi passi dalla pista ciclopedonale della Valle Brembana.

Aperto nel 1908, per anni vi ha transitato l'allora trenino della Val Brembana, trasportando pendolari su e giù da Bergamo a Piazza Brembana fino al 1966, quando la linea venne interrotta. Vent'anni fa doveva essere demolito a favore della galleria della SS470, per fare posto allo svincolo della nuova variante. Tuttavia, la Soprintendenza si oppose: acconsentì solamente ad una demolizione parziale, che lasciasse però intatta una porzione come testimonianza storica.

Nel 2007 il Demanio pensò di chiuderlo, ma quella volta ad opporsi fu il Comune di San Pellegrino Terme che lo acquistò qualche anno fa. Il motivo era l'ormai funzione sociale che il passaggio aveva assunto nel tempo. Funzione che ora verrà migliorata e soprattutto messa in sicurezza grazie al nuovo intervento di recupero.

Fonte: L'Eco di Bergamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

Taragna per tutti i gusti a Roncola, il 2 luglio torna la Taragnafest

Dopo due anni di pausa a causa della Pandemia, torna una delle feste più attese della Valle Imagna: la Taragnafest. Primi piatti, grigliate alla brace, brasati, funghi porcini e ovviamente la taragna, regina indiscussa della festa, sono gli ingredienti fondamentali per una sagra che nei primi due weekend di luglio attirerà avventori da ogni parte della provincia.

X
X
linkcross