Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Sagra del Pesce a Ponte Giurino: 80 volontari e la voglia di tornare a festeggiare con il calamaro fritto

Dopo due anni di pandemia ritorna la sagra del pesce a Ponte Giurino, gli ultimi due weekend di luglio. Torna l’attesissimo calamaro fritto e, per l’occasione, saranno 80 i volontari impegnati ad assicurare una perfetta gestione delle serate.
11 Luglio 2022

Dopo due anni di stop torna la "Sagra del Pesce" a Ponte Giurino, frazione di Berbenno. A raccontare questo importante ritorno è Osvaldo Bolis, nuovo segretario della Polisportiva Pontegiurinese, storico organizzatore: “Sono subentrato a Giangiuseppe 'Giusi' Personeni, che si è ritirato nel 2021 dopo 40 anni di lavoro. Sono un agente di commercio, ho 53 anni e abito a Ponte Giurino, proprio vicino al campo sportivo dove si tiene la sagra”. 

La Sagra del Pesce viene organizzata da più di 30 anni, prevista per gli ultimi due weekend di luglio: la prima settimana prevede cena nei giorni venerdì 22 luglio e sabato 23 luglio mentre domenica 24 luglio pranzo e cena. La seconda settimana venerdì 29 e sabato 30 luglio cena e domenica 31 luglio sia a pranzo che a cena. Il menù della sagra prevede primi e secondi piatti prevalentemente a base di pesce (calamari, alici, pesce spada, fritti vari), ma non mancheranno altre proposte per chi non vuole mangiare pesce. Ci saranno i dolci realizzati dalla pasticceria Dolce Venere di Ponte Giurino.

Questo ritorno per noi è come una rinascita, è da due anni che non organizziamo né la Sagra del Pesce né la sagra d’autunno a settembre, per tanto tempo non abbiamo nemmeno potuto veder giocare la squadra di calcio della Pontegiurinese, che milita nel campionato CSI da più di trent’anni; è la squadra più titolata della Bergamasca, conta 6 Campionati CSI Gruppo A e 9 Coppe Bresciani/Bergamo, abbiamo dovuto sospendere gli allenamenti e le partite. Questa squadra sta in piedi grazie al sostegno di tutti i volontari e di tutti i lavori che facciamo nel corso dell’anno di mano nostra, senza essere convenzionati da nessuno; le principali spese vengono sostenute dai numerosi sponsor, le varie sagre e alcune cene che organizziamo grazie all’aiuto del gruppo dei volontari". 

volontari - La Voce delle Valli

"Solo per la Sagra del Pesce sono 80 i volontari e assicurano la cura del cibo e la gestione delle serate - spiega Bolis -. Quest’anno ho ereditato questa importante carica, Personeni è ancora presente e mi rivolgo a lui per qualche dritta. Per organizzare la sagra serve impegno e tempo, ma siamo sicuri che verremo ripagati. Il piatto più atteso sarà il calamaro fritto, per cui ci fanno i complimenti in molti. Tanta gente viene appositamente in Valle Imagna per questa sagra, che attira persone provenienti anche da Milano e Lecco”. 

All’interno della struttura sono diversi i punti in cui si possono accomodare gli ospiti. C’è molto spazio all’interno del capannone al coperto, ma anche all’esterno sotto le piante. Sono previsti tre punti cassa per velocizzare le code e un sistema numerico per agevolare gli ordini e le consegne. Non ci saranno né la tombola né la lotteria, abbiamo deciso di eliminarle perché le riteniamo obsolete.

Nel campo sintetico monteremo i gonfiabili per tutti i bambini fino ai 12 anni di età, che potranno entrare nella struttura recintata pagando 5€ per tutta la serata, non avranno la possibilità di scappare perché sorvegliati da adulti volontari che li monitoreranno - racconta Bolis, che conclude -: Adiacente alla sagra c’è il Monumento Naturale della Val Brunone, entrata proprio quest’anno a far parte del Parco dei Colli di Bergamo. Consigliamo di farci una passeggiata prima o dopo i pasti”.

gonfiabili nel campo - La Voce delle Valli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

X
X
linkcross