Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Santuario Cornabusa, con la Pasqua riprendono le celebrazioni

Con l'arrivo della Pasqua riprendono le celebrazioni presso il Santuario delle Madonna della Cornabusa. Prima celebrazione eucaristica si terrà il pomeriggio di Pasqua, ore 16.
18 Aprile 2019

Puntuale come ogni anno, con l'arrivo della Pasqua riprendono le celebrazioni presso il Santuario delle Madonna della Cornabusa a Cepino di S.Omobono Terme. Non una vera e propria riapertura visto che il Santuario non chiude mai in maniera definitiva, complici gli inverni miti degli ultimi anni. Solitamente si chiude solo pochi giorni a causa della neve.

La prima celebrazione eucaristica si terrà, come ormai da alcuni anni, il pomeriggio di Pasqua, domenica 21 alle ore 16.00. La stagione comincia poi ufficialmente a partire dal lunedì dell’Angelo con le S. Messe alle ore 8.00, 11.00 e 16.00. 

A partire dal primo di maggio la celebrazioni diventano quotidiane: tutti i giorni feriali, ore 16.00, mentre tutte le domeniche messa alle ore 8.00, 11.00 e 16.00.

Mercoledì 24 aprile ore 20.45 la Cornabusa ospiterà l'evento "Storie di Davide - Concerto di musica e parole dal Primo libro di Samuele" promosso da Diocesi di Bergamo e Santuario della Cornabusa con Elisa Balduzzi soprano, Giovanni Duci controtenore, Bianca Nucita arpa, Laura Crosera organo, Alberto Delasa e Andrea Duci clarinetti, Matteo Nicodemo letture. Narrazione e commento di Miriam Camerini. 

Ricordiamo infine che il giorno 26 maggio, durante la celebrazione liturgica delle ore 16.00 al Santuario, verrà istituito ufficialmente il Coro Polifonico Santuario della Cornabusa, nato dall'ex coro vicariale.

Ultime Notizie

Taragna per tutti i gusti a Roncola, il 2 luglio torna la Taragnafest

Dopo due anni di pausa a causa della Pandemia, torna una delle feste più attese della Valle Imagna: la Taragnafest. Primi piatti, grigliate alla brace, brasati, funghi porcini e ovviamente la taragna, regina indiscussa della festa, sono gli ingredienti fondamentali per una sagra che nei primi due weekend di luglio attirerà avventori da ogni parte della provincia.

X
X
linkcross