Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Schianto sulla A4: Tropico dei Colli piange la sua fondatrice Giulia Serafini

Una giovane dinamica, intraprendente, visionaria e capace di portare i frutti esotici in Valle Imagna con la sua azienda agricola 'Tropico dei Colli' ad Almenno San Salvatore.
25 Luglio 2019

Una giovane dinamica, intraprendente, visionaria e capace di portare i frutti esotici in Valle Imagna con la sua azienda agricola "Tropico dei Colli" ad Almenno San Salvatore (QUA l'intervista). Giulia Serafini, 28 anni, dottoressa in agraria di Bergamo, ha perso la vita martedì notte, 23 luglio, in un incidente stradale mentre tornava a casa dopo un'uscita serale di svago a conclusione di un corso professionale di aggiornamento a Manerbio (Brescia). 

Lungo l'autostrada A4, verso l'una di notte, la Honda Crv guidata dal fidanzato David Benedetti, 28 anni di Sabbio di Dalmine, si è schianta violentemente contro il guardrail a destra dell'autostrada ed è poi tornata in carreggiata, tra i caselli di Rovato e Palazzolo sull'Oglio, venendo poi travolta da un'altra auto in transito, una Lancia Y, guidata da due coetanei di Salerno (solo ferite leggere per loro). Ancora in fase di accertamento da parte della polizia stradale di Seriate le cause che hanno portato l'auto guidata da David a "rimbalzare" sul guardrail.

Giulia è deceduta poco dopo il trasferimento all'ospedale Civile di Brescia, dove anche il fidanzato, in condizioni critiche (è in coma), è attualmente ricoverato.

Giulia Serafini ha fondato quattro anni fa, con l'amico e socio Mirko Roberti, l'azienda agricola "Tropico dei Colli", ad Almenno San Salvatore, un progetto avveniristico con il quale era riuscita a portare i frutti tropicale in Valle Imagna, e più in generale in Nord Italia.

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross