Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Sempre più turisti in Valle Brembana e Imagna, ma calano gli stranieri

L’Osservatorio turistico della Provincia di Bergamo pubblica i dati definitivi relativi all’anno 2018: continua il trend positivo nelle nostre valli.
6 Agosto 2019

Dopo l’anticipazione dei dati salienti avvenuta lo scorso aprile, l’Osservatorio turistico della Provincia di Bergamo pubblica oggi i dati definitivi relativi all’anno 2018. Con 2.340.788 presenze e 1.212.980 arrivi, il 2018 si è chiuso con un buon risultato in termini di flussi turistici per la Bergamasca. L’aumento del 2,0% totale delle presenze rispetto al 2017 è dato dalla media tra la percentuale di crescita di pernottamenti di turisti stranieri (+7,1% sul 2017) e quella delle presenze di turisti italiani (-1,7%% sul 2017).

Anche per il 2018, quindi, si registrano la progressiva internazionalizzazione turistica di Bergamo e provincia ed il ridimensionamento dell’incisività del turismo nostrano, che è passato dal 65,3% del 2008 al 55,7% del 2018 sul totale delle presenze. Nel 2018 la provincia di Bergamo raggiunge il 5° posto, tra le province lombarde, in termini di numero di pernottamenti e per la prima volta, il numero delle presenze di turisti stranieri supera il milione. Parallelamente al fenomeno della progressiva internazionalizzazione, gli ultimi anni hanno visto il consolidarsi del comparto extralberghiero e la conseguente crescita delle presenze turistiche in questo tipologia di struttura (+6,4 nel complesso e +17,2 le variazioni delle presenze straniere presso tali strutture). 

VALLE IMAGNA

Anche nelle nostre valli il 2018 turistico sorride e prosegue il trend di crescita già segnalato lo scorso anno. In Valle Imagna, in totale, nel 2018 sono stati registrati 25.735 turisti (+2.4% rispetto al 2017), di questi 6.173 stranieri, con un piccolo decremento (-1.7%, ma crescono le presenze del 2.3%) rispetto al dato dello scorso anno. Per quanto riguarda proprio i turisti stranieri, ai primi tre posti troviamo Germania, Francia e Svizzera.

La presenza media - ovvero il numero di notti trascorse nelle strutture, cioè i pernottamenti - è di circa 2 giorni (1,9). Vanno forte in Valle Imagna le strutture extra-alberghiere, cresciute del 24% rispetto al 2017 e con 4.089 turisti (3.287 nel 2017) che hanno scelto di pernottare, ad esempio, in B&B, case vacanze od ostelli.

VALLE BREMBANA

In Valle Brembana, in totale, nel 2018 sono stati registrati 57.679 turisti (+1.3% rispetto al 2017), di questi 8.821 stranieri, anche qui con un -4% rispetto al dato dello scorso anno (crescono però del 2.3% i turisti italiani). Per quanto riguarda proprio i turisti stranieri, ai primi tre posti troviamo Francia, Regno Unito e Germania. 

La presenza media - ovvero il numero di notti trascorse nelle strutture, e cioè i pernottamenti - è di circa 2 giorni (2,3). Un calo significativo in questo caso rispetto allo scorso anno, del -9.3%. Decisamente meno forte rispetto alla Valle Imagna l'incidenza degli esercizi extra-alberghieri: anche qui c'è stato un calo dello 0,9% di turisti che hanno scelto B&B o case vacanza rispetto al 2017 e del 17.8% dei giorni di vacanza.

Ultime Notizie

X
X
linkcross