Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Senza medici di base, ora anche senza guardia medica? ATS propone l'accorpamento

Guardie mediche (soprattutto notturne) scoperte e il motivo è sempre lo stesso: la carenza endemica di medici di base. A pagare il prezzo più alto sono aree come le nostre valli Brembana e Imagna dove - tra l'altro - alcuni paesi sono già "orfani" del medico di base.
27 Aprile 2022

Guardie mediche (soprattutto notturne) scoperte e il motivo è sempre lo stesso: la carenza endemica di medici di base. A pagare il prezzo più alto sono aree come le nostre valli Brembana e Imagna dove - tra l'altro - alcuni paesi sono già "orfani" del medico di base.

Per fare un esempio, il 30 aprile la sede di Serina non sarà operativa e i pazienti dovranno recarsi a Zogno, dove però sarà chiusa domani, 28 aprile, insieme a quella di Piazza Brembana.

Cambia valle ma non il disagio: a Sant'Omobono Terme, infatti, in caso di guardia medica chiusa i cittadini dovranno recarsi a Villa d'Almè o viceversa. Ma la penuria di medici ha portato disagi anche fuori dalle nostre valli come a Gromo, Vilminore, Casazza, Lovere, Seriate, Zanica, Dalmine e Treviglio.

La proposta di ATS Bergamo è di accorpare alcune sedi (ad esempio, si ipotizza di chiudere Villa d'Almè e Sant'Omobono costringendo i valdimagnini a recarsi a Zogno o Bergamo), "Noi ci siamo opposti [...] ma se proprio si dovrà accorpare - spiega a L'Eco di Bergamo Giambattista Brioschi, presidente del Distretto di Bergamo - con quanto risparmiato di potenzi la Continuità assistenziale domiciliare. Molti cittadini sono senza medico, se chiudiamo anche la Guardia medica resta loro solo il Pronto soccorso". 

Posizione fortemente contraria anche dall'Ambito Valle Brembana, come spiega la presidente Laura Arizzi: "Siamo contrari ad accorpamenti delle sedi e comunque ciò non dovrebbe essere dettato da logiche legate ai numeri degli accessi. Per le quali le valli sarebbero comunque sempre perdenti".

Fonte: L'Eco di Bergamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti:
  1. Non è vero che c'è carenza di medici. I medici in Lombardia sono almeno 47501 (contati uno per uno); la densità di medici in Lombardia è fra le più elevate al mondo!

    Purtroppo non lavorano alle condizioni vergognose imposte da una dirigenza amministrativa che si nasconde dietro il nome di ATS... (come se le guardie mediche non fossero parte dell'ATS?!). Le responsabilità dei dirigenti sono gravissime!!!

  2. Buongiorno!
    Tutto quello che sta' succedendo riguardo ai Medici di Base è veramente " intollerabile"..Capizzone - Bedulita -Strozza fin dal mese di Ottobre 2021 siamo rimasti senza Medico di Base..tranne l'ambulatorio di Capizzone che ogni tanto " l'ATS " si degnava di mandare qualche medico..nonostante i numeri di recapito per fissare l'appuntamento risultavano sempre " non raggiungibili "..infatti come poi specificato dal dottore di turno..lo tenevano spento ...quindi l'ambulatorio veniva invaso da tantissime persone provenienti dai vari paese limitrofi...
    TUTTO QUESTO E' VERGOGNOSO!!!
    Dopo due anni di "Pantemia" ci troviamo in una situazione inaccettabile, considerando che è meglio non accedere ai Vari " Pronto soccorso " già intasati,..ma penso ai nostri poveri anziani che devono dipendere dai figli per farsi fare una ricetta medica..facendo perdere loro giornate lavorative!!
    SPERO CHE " ATS " SI IMPEGNI NEI CONFRONTI DI TUTTI NOI...TRALASCIANDO LA "BUROCRAZIA " E SI METTA LA MANO SUL CUORE!

    Cordiali Saluti!

Ultime Notizie

X
X
linkcross