Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Sfuma (per un soffio) il titolo mondiale per Alex Avogadro: "Le sconfitte fanno crescere, ci riproverò"

"Da un match di questo livello si portano a casa molti insegnamenti, ma forse questa volta il più grande è stato la conferma e, ancor di più, la consapevolezza di essere arrivato tra i migliori al mondo".
15 Giugno 2022

Non è andata come speravano Alex Avogadro e tutta la Valle Brembana - tanti anche i supporter presenti al palazzetto dello sport di Valenza (Alessandria), dove si è tenuta la sfida sabato 11 giugno - nell'incontro valevole per il titolo mondiale Muay Thai WMC. A spuntarla è stato infatti, ai punti, il campione thailandese Petchphangan T-Ded 99.

“Purtroppo ho perso per un soffio il match. È stata una sconfitta di misura finita ai punti dopo 5 round da 3 minuti, combattendo colpo su colpo. Ce la siamo giocata bene entrambi”, ci racconta Avogadro.

Per quanto il risultato ottenuto non sia quello che aveva sperato, Avogadro non si abbatte - non è da lui -  e ci confida: “Da un match di questo livello si portano a casa molti insegnamenti, ma forse questa volta il più grande è stato la conferma e, ancor di più, la consapevolezza di essere arrivato tra i migliori al mondo ed avere l’abilità di giocare alla pari”. Da questa sconfitta poi, il combattente di San Pellegrino Terme trova anche gli aspetti positivi, come l’aver avuto la possibilità di farsi vedere in azione, cosa che gli ha poi permesso di ricevere delle proposte da promoter vari. 

“A vedermi sono venute molte persone, amici, conoscenti della Valle. Combattere in casa con tanto pubblico a favore mi carica, ma riesco a gestire bene le emozioni. Sono contento di aver regalato un ottimo match e tante emozioni a chi mi segue. Ora punto ai prossimi incontri, stiamo valutando le migliori opzioni e i palcoscenici più grandi. Sicuramente ritenterò il titolo mondiale, questo è sicuro”.

Conclude poi con un messaggio per tutti gli sportivi: Le sconfitte fanno crescere, sono da accettare e bisogna saper ricavare il meglio da tali esperienze: fa parte del gioco, specie ad alti livelli”. 


Alex Avogadro e Petchphangan T-Ded 99 (Foto TopTeamFightingBergamo via Faceebook)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

X
X
linkcross