Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Si è spento don Tarcisio Avogadro, per 40 anni parte della vita religiosa in Valle Brembana

Aveva 80 anni don Avogadro: dal 2004 si era ritirato a Selvino come collaboratore pastorale. Nella sua vita si impegnò per ripristinare e riavvicinare i fedeli alle feste tradizionali della chiesa.
26 Marzo 2020

Si è spento all'ospedale di Piario, dove era ricoverato da giorni, don Tarcisio Avogadro, per quarant'anni parte della vita religiosa della Valle Brembana. Aveva 80 anni don Avogadro: dal 2004 si era ritirato a Selvino come collaboratore pastorale. Nato a Santa Croce di San Pellegrino nel 1939, dopo l'ordinazione a sacerdote nel 1964 è stato coadiutore parrocchiale di Dossena fino al 1966 quando, a soli 27 anni, è stato nominato parroco di Miragolo San Marco ed economo spirituale di Miragolo San Salvatore, due frazioni di Zogno.

Nella sua vita si impegnò per ripristinare e riavvicinare i fedeli alle feste tradizionali della chiesa, soprattutto alla luce della forte emigrazione e conseguente spopolamento che in quel periodo iniziava a farsi strada nei paesini di montagna. In queste due piccole comunità, don Avogadro si impegnò ad avvicinare anche i turisti che ogni estate rimpolpavano le vie.

Venne successivamente nominato parroco di Camerata Cornello fino al 1987, dove ha dato avvio ad alcune opere come i restauri degli antichi affreschi nella chiesa parrocchiale settecentesca. Da qui è stato poi trasferito a Costa Serina e di Ascensione: qui decise di replicare l'esperienza zognese, ripristinando alcune sentite feste patronali e mariane tipiche dei luoghi.

Fui io a presiedere il suo ingresso a Miragolo, quando ero curato – ha ricordato monsignor Andrea Paiocchi, già vicario episcopale e suo compagno di Messa – Don Tarcisio aveva un animo buono, con un carattere severo e rustico, ereditato e poi accresciuto essendo nato e vissuto in valle”. Nel 2004 il suo ritiro a Selvino, mentre nel 2014 era stato festeggiato per i suoi 50 anni di ordinazione. “Ha sempre molto lavorato in parrocchia fin quasi all'ultimo” ha raccontato il parroco don Alberto Brignoli. La salma è ora composta nella chiesa di Selvino. Per sua volontà, verrà sepolto domani nel cimitero del paese.

(Fonte: L'Eco di Bergamo | Fonte immagine in evidenza: beweb.chiesacattolica.it)

Ultime Notizie

X
X
linkcross