Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Strada Fuipiano-Taleggio, Galizzi: "Polemiche assurde, l'unico pericolo è il falso-ambientalismo"

“Vedo solo un pericolo avanzante, quel falso-ambientalismo che cerca di bloccare non opere, ma addirittura servizi perché una strada è un servizio ed un'opportunità in più per tre Valli in questo caso.”
23 Dicembre 2021

“Vedo solo un pericolo avanzante, quel falso-ambientalismo che cerca di bloccare non opere, ma addirittura servizi perché una strada è un servizio ed un'opportunità in più per tre Valli in questo caso.”

Così Alex Galizzi, consigliere regionale della Lega e componente della Commissione Speciale Montagna di Regione Lombardia, interviene nella polemica innescata da alcune associazioni ambientaliste verso la trasformazione in carrabile asfaltata della strada rurale che da Fuipiano-Brumano porta a Morterone e a seguire alla Culmine di San Pietro e alla Valle Taleggio.

“L’idea di un collegamento stradale tra Alta Valle Imagna e Lecchese – prosegue Galizzi in un video pubblicato sul suo profilo Facebook (che trovate a fondo articolo) – rappresenta una chance irrinunciabile verso infrastrutture necessarie alla vita dei comuni montani. Il falso-ambientalismo va fermato, perché ignorando le problematiche dei territori, le necessarie manutenzioni ed i loro sacrifici, continua a scagliarsi contro sviluppo e servizi, contro opportunità e futuro, contro tradizione e cultura.

Resto convinto - prosegue Galizzi - che una parte di questo falso-ambientalismo ora vive nei condomini e nei grattacieli, per risparmio del suolo probabilmente per loro concessione, e noi gente di montagna dovremmo tornare a vivere nelle grotte e lasciare le riserve abbandonate per i loro fine settimana! Non ci sto! La sfida della montagna parte da una sfida chiara che chiede innanzitutto una governance e dobbiamo avere un metodo per affrontarla. Mi auguro che possa esserci, attraverso una collaborazione stretta tra Regione Lombardia con i Comuni e le realtà montane, la possibilità di mettere in moto dei progetti che ci consentano di lavorare serenamente per evitare lo spopolamento. Per fare questo dobbiamo consentire a chi sta in montagna di avere i servizi perché l’impoverimento della montagna e delle aree interne sarebbe una grave perdita per tutti".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti:
  1. Egr dott Galizzi, è necessario asfaltare una strada silvo-pastorale per valorizzare o dare più servizi alle valli orobiche? Se cominciassimo a valorizzare e mantenere al meglio l’esistente? Basta guardare la strada provinciale che da S.Omobono raggiunge Fuipiano. Piena di buche e rattoppi. Sarebbe già stata da ri-asfaltare da anni. E la strada demaniale che congiunge Fuipiano a Brunano? Mai stata mantenuta. Cominciamo a lavorare sull’esistente e miglioriamo ciò che c’è.
    Le silvo-pastorali manteniamole al meglio secondo la loro natura cioè possibili vie carrabili x le necessità di allevatori e manutentori dei boschi.
    In Trentino non si sognerebbero mai di asfaltare strade su alpeggi, eppure i servizi sono molto di più che qui. E perché in Lombardia dovremmo farlo?

    Daniele Villa

  2. invece di asfaltare una strada agrosilvopastorale non sarebbe più opportuno asfaltare le strade della valle che in certi punti fanno paura...??????

  3. GALIZZI IMPARA AD AMARE LE NOSTRE MONTAGNE, IMPARA DA BELOTTI CHE SI E' CONSUMATO PER FAR APPROVARE IL PIANO TERRITORIALE DELLE VALLI ALPINE PER TUTELARLE, INTERPELLA LE ISTITUZIONI LOCALI PRIMA, SENTI CHI ALLA MONTAGNA HA SEMPRE VOLUTO BENE, RISPETTA I VINCOLI CHE LA TUTELANO
    SE IL TUO PROGETTO VA AVANTI, TRA 10 ANNI ARRIVERA' UN'ALTRO GALIZZI CHE VORRA' ALLARGARE ANCORA LA STRADA E LA FRITTATA SARA' FATTA.
    ACCANTONA TUTTO E DIROTTA I FINANZIAMENTI SU OPER PIU' IMPORTANTI
    NON USARE I NOSTRI SOLDI PER FARE QUELLO CHE VUOI

  4. Basta dare soldi e comodità solo a quelli che vivono in città. Treni, bus, metrò e poi si lamentano perche hannoun ritardo di dieci minuti. Diamo comodità anche a chi lavora in luoghi disagiati.

  5. Falso ambientalismo,ma ... Le montagne dovrebbero tornare a fare pascolo per le mucche, non certo per quelli che non sanno cosa fare la domenica.

Ultime Notizie

X
X
linkcross