Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Val Brembana senza bus la domenica, San Pellegrino incalza: presentato esposto in Procura

Due domeniche senza bus in Valle Brembana e il Comune di San Pellegrino invia un esposto alla Procura della Repubblica di Bergamo.
27 Gennaio 2022

Due domeniche senza bus in Valle Brembana (e anche in Valle Imagna, Val Seriana e Val di Scalve) e, come anticipato, il Comune di San Pellegrino annuncia - nella persona del vicesindaco Vittorio Milesi - la presentazione di un esposto inviato in data 24 gennaio 2022 alla Procura della Repubblica di Bergamo per chiedere eventuali illeciti penali per l'interruzione del servizio di trasporto pubblico. Ricordiamo che l'Agenzia del trasporto pubblico locale di Bergamo aveva dichiarato nei giorni scorsi che il taglio delle corse è dovuto ai numerosi autisti in quarantena o malati per Covid.

"Non so se l'iniziativa potrà essere utile alla risoluzione del problema - scrive Milesi in una lettera inviata ai sindaci della Valle -, ma credo rientri comunque tra i precisi doveri di chi ha la responsabilità di rappresentare i bisogni della popolazione di una Valle intera sempre più penalizzata e ai margini su diversi temi di fondamentale importanza per la qualità della vita delle persone e il futuro del territorio.

Non posso non rilevare - prosegue Milesi -, con grande amarezza e ancora una volta, la voce flebile e di circostanza di chi per ruolo e responsabilità avrebbe il dovere di rappresentare con necessaria autorevolezza e forza i bisogno dell'intero territorio brembano. Osservo in tale senso che il ricorso alla Magistratura è la conseguenza estrema di questa totale assenza di iniziativa di chi per competenza e ruolo dovrebbe avere a cuore le esigenze e i bisogni del territorio".

"Sottoscrivo virtualmente l'iniziativa del vicesindaco di San Pellegrino Terme - dichiara il vicesindaco di Sant'Omobono Terme Demis Todeschini - e anche io stesso mi muoverò affinché prenda la giusta cassa di risonanza, agendo con Milesi in maniera sinergica, perché rimane il fatto che non ci sta muovendo e i disservizi continuano a subirli i cittadini". 

"Parole incommentabili quelle di Milesi - dichiara il presidente della Comunità Montana Valle Brembana Jonathan Lobati, chiamato evidentemente in causa dalla missiva di Milesi - che sa bene ci siamo attivati immediatamente per cercare di risolvere il problema, infatti allega all'esposto proprio una lettera a firma mia indirizzata all'Agenzia del trasporto pubblico locale già dal 14 gennaio scorso (prima che la polemica scoppiasse), alla quale si sono susseguiti diversi contatti con il consigliere delegato ai trasporti della Provincia Alessandro Colletta e al Presidente della Provincia Pasquale Gandolfi.

Le polemiche non ci interessano - prosegue Lobati -, l'importante è risolvere il problema al più presto, e contiamo di avere risposte positive già nell'incontro di questa sera (giovedì 27 gennaio ndr) organizzato con il collega presidente della Comunità Montana Valle Seriana. Abbiamo invitato anche la Comunità Montana Valle Imagna. Una soluzione tampone a nostro avviso potrebbe essere quella di affidare in via d'urgenza alcune corse a dei subappaltatori, strada che abbiamo già consigliato la scorsa settimana all'Agenzia (guidata da Provincia e Regione). Al netto dell'emergenza contingente poi andrà avviato subito un tavolo con Arriva, Agenzia, Provincia e Regione per risolvere la drammatica situazione assunzionale che coinvolge il settore e che più operatori ci han segnalato, e serve un'azione corale del mondo della montagna per risolvere il problema".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

X
X
linkcross