Progetto Faber: entro il 2021 30 mila nuovi punti luce in 34 Comuni, 15 in Valle Brembana e Imagna

Eleonora Busi 12/01/2021 0 commenti

Nonostante la pandemia in corso, nel 2020 è proseguita l'attività di FABER (acronimo di “Funding Action in Bergamo for Emission Reduction), un progetto europeo co-finanziato dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI) e messo in campo dal Settore Ambiente della Provincia di Bergamo. Uno dei perni fondamentali riguarda il bando relativo all'efficientamento dell'illuminazione pubblica, suddiviso in due lotti: il primo interessa 34 Comuni della Provincia – di cui 13 in Valle Brembana e 2 in Valle Imagna –, mentre il secondo riguarderà le strade provinciali.

Siamo più che determinati a portare a termine entro il 2021 questo massiccio intervento che è il frutto di anni di impegno e di interlocuzione con le istituzioni europee da parte del Servizio Ambiente e Paesaggio – spiega il Consigliere delegato all’Ambiente Marco Redolfila capacità di fare rete con i Comuni e di coinvolgere i privati in un processo virtuoso si rivela vincente per arrivare a ottenere un vero e duraturo abbattimento dell’inquinamento atmosferico, oltre che un risparmio di risorse pubbliche”.

A dicembre 2019, circa un anno fa, via Tasso ha stipulato un contratto quadro con l'impresa Engie spa di Roma (che ha investito 8,7 milioni di euro) con l'obiettivo di riqualificare 20 mila punti luce nei 34 Comuni coinvolti. Questa azione garantirebbe alle amministrazioni un non indifferente risparmio energetico annuo oltre il 75%. Ad oggi l'impresa incaricata ha installato 2 mila punti LED, completando il lavoro in 7 Comuni, tutti in Valle Brembana, che possono già godere di una nuova luce ad alta efficienza e basse emissioni inquinanti: si tratta di Oltre il Colle, Valtorta, Santa Brigida, Bracca, Cornalba, Piazzatorre e Cassiglio.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Entro il 2021 è previsto il completamento degli interventi di riqualificazione dell'illuminazione, ancora da effettuare in 8 Comuni vallari (Carona, Fuipiano Valle Imagna, Locatello, San Giovanni Bianco, Sedrina, Ubiale Clanezzo, Valleve e Valnegra) su 27 rimanenti, oltre che delle opere complementari già avviate. Fra queste vi è l'installazione di nuovi sistemi di monitoraggio degli impianti, di telecamere di videosorveglianza e l'implementazione di nuovi sistemi di illuminazione dedicati a monumenti ed edifici storici, come la famosa “serenata macabra” di Cassiglio.

Siamo davvero orgogliosi di aver raggiunto il numero di ben 34 comuni della Provincia che si sono affidati a ENGIE per l’efficientamento energetico – dichiara Frederic Bongioanni direttore Area Nord-Ovest di ENGIE Italia –. Nonostante la pandemia, ENGIE non si è fermata, proprio come non si sono mai fermate le persone di questi territori duramente colpiti. Ciò ci permette di guardare con fiducia al 2021. Tra gennaio e febbraio prossimi confidiamo di aver attivi il 95% dei cantieri, con la collaborazione di 6 imprese locali partner. Un team di circa 100 professionisti impegnati in questa grande opera di decarbonizzazione del territorio, che porterà nella provincia di Bergamo un taglio di circa 2.000 tonnellate all’anno di CO2 in atmosfera”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Maggio 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph