Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Viaggio dentro l'ospedale da campo di Bergamo, realizzato in tempo record - FOTO E VIDEO

Grazie alle numerose fotografie scattate da volontari e collaboratori, è possibile fare un viaggio ''virtuale'' all'interno della nuovissima struttura.
1 Aprile 2020

Dieci giorni di tempo e l'ospedale da campo alla Fiera di Bergamo è finalmente pronto. Un duro lavoro a cui hanno contribuito gli alpini dell'Ana e oltre duecento artigiani, fra cui tifosi della Curva Nord, che – giunti da tutta la provincia – hanno speso tempo ed energie gratuitamente per realizzare la struttura in tempi record.

Si tratta di un presidio ospedaliero a tutti gli effetti: 14 camere in legno, 142 posti di cui 72 di terapia intensiva e sub intensiva. Fra ieri e oggi sono state già posizionate le prime apparecchiature, preziose alleate dei medici in questa lotta al coronavirus.

All'ospedale da campo hanno collaborato in molti, non solo per la manodopera: a dare man forte anche l'Anc (Associazione nazionale carabinieri) che giornalmente presidia dalle 8 alle 20 gli ingressi della Fiera e la società di telecomunicazioni Eolo, che ha messo gratuitamente a disposizione la propria rete internet per i volontari. “In questo momento difficile – si legge in un comunicato – proviamo a supportare il più possibile chi è in prima linea nella lotta al virus”.

Grazie alle numerose fotografie scattate da volontari e collaboratori, è possibile fare un viaggio “virtuale” all'interno della nuovissima struttura. Le foto sono visibile a fondo pagina, all'interno della gallery. Qui sotto invece un video realizzato da un volontario.

(Foto: Carlo Ghisalberti via Facebook - L'Eco di Bergamo)

Ultime Notizie

Ospedale Papa Giovanni XXIII a Superquark con la terapia genica

E' andato in onda nella puntata speciale di sabato 13 agosto il servizio che la redazione di Superquark ha girato nelle scorse settimane all'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo con protagonista Gaia, la prima paziente al mondo curata con successo dalla sindrome di Crigler-Najjar.

X
X
linkcross