Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Visita dei parenti in Rsa, definite le modalità di accesso: tamponi rapidi nei Punti territoriali

Con l’Ordinanza del 8 maggio 2021 il Ministero della Salute ha emanato le indicazioni relative alle modalità di accesso e di uscita di ospiti e visitatori presso le Strutture Residenziali della rete territoriale.
21 Maggio 2021

Con l’Ordinanza del 8 maggio 2021 il Ministero della Salute ha emanato le indicazioni relative alle “modalità di accesso e di uscita di ospiti e visitatori presso le Strutture Residenziali della rete territoriale”.

La Direzione Sociosanitaria di ATS Bergamo, viste le novità introdotte rispetto agli ingressi di visitatori, familiari o volontari e soprattutto con le recenti indicazioni relative alla Certificazione Verde COVID-19, ha programmato degli incontri di approfondimento con gli enti coinvolti, con l’obiettivo di illustrare un Patto condiviso ed adeguato alle caratteristiche delle strutture residenziali de territorio.

In tali incontri – precisa Giuseppe Matozzo, direttore sociosanitario di ATS Bergamo - sono stati illustrati e condivisi i contenuti delle indicazioni previste, trasmesse alle strutture interessate dalla Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia l’11 maggio scorso.

Relativamente alla Certificazione Verde, che darà la possibilità ai parenti di poter accedere alle strutture per fare visita ai propria cari, tra le casistiche previste, oltre alla certificazione di avvenuta vaccinazione e di avvenuta guarigione, è indicata anche l’effettuazione di un test antigenicorapido o molecolare per la ricerca del virus SARS-CoV-2, con esito negativo.

 

Dalla Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia, il 18 maggio scorso, è arrivata la precisazione che l’effettuazione dei tamponi rapidi, necessari anche per l’accesso alle strutture residenziali, è a carico del SSR e che tali tamponi saranno disponibili presso i Punti tampone territoriali delle Asst, esibendo l’idonea autocertificazione.

Sono infatti in corso con le Asst del territorio – aggiunge Giuseppe Matozzo, direttore sociosanitario di ATS Bergamo - specifici incontri tecnici per individuare le modalità organizzative più adeguate per rispondere alle esigenze dei cittadini che vogliono rivedere i propri cari, in un contesto sicuro e protetto, all’interno delle strutture residenziali.

Nei prossimi giorni saranno disponibili, anche sul sito di ATS, il modello di autocertificazione e le indicazioni logistiche per l’effettuazione dei test antigenici rapidi presso le ASST.

Ultime Notizie

X
X
linkcross