Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Atalanta bloccata dal grifone: col Genoa è 2-2

Un punto per tornare in zona Champions, ma anche l'ulteriore rimpianto per una nuova occasione sprecata.
2 Febbraio 2020

Un punto per tornare in zona Champions, ma anche l'ulteriore rimpianto per una nuova occasione sprecata. L'Atalanta pareggia 2-2 con il Genoa ultimo in classifica e non spicca il volo  solitario dopo la sconfitta di sabato della Roma a Reggio Emilia col Sassuolo. Gasperini conferma l'undici che ha incantato a Torino, con la sola eccezione di Pasalic che a metà campo prende il posto di Freuler. Nel Genoa c'è l'esordio di Andrea Masiello, salutato dal pubblico nel prepartita da prolungati applausi e dallo striscione "Ciao Gigante Buono!" esposto in Curva.

Nonostante Gomez si presenti a tu per tu con Perin dopo un solo minuto, la manovra atalantina è intermittente ed il Genoa propone trame pericolose in avanti. Al 12' la partita si sblocca su azione di calcio d'angolo: cross al bacio di Gomez, spizzata d'autore di Zapata e incornata perentoria sottomisura di Toloi. Il vantaggio dura poco, poichè al 19' Hateboer commette un fallo inutile quanto evidente su Sturaro in uscita dall'area e obbliga l'arbitro Massa a concedere il penalty, trasformato da Criscito con Golini che intuisce ma non tocca.

Al 33' il Grifone passa addirittura in vantaggio con Sanabria che incorna un cross di Sturaro liberato da un infausto errore di De Roon. Sembra la fotocopia della partita con la Spal, ma per fortuna dopo soli due minuti Zapata veste di nuovo i panni dell'uomo assist e serve Ilicic al centro da sinistra, con lo sloveno che di classe folgora Perin e ammutolisce Criscito, protagonista di un gesto inopportuno verso la Curva atalantina dopo la trasformazione del rigore del pari.

Dopo un simile primo tempo tutti si aspettano una ripresa pirotecnica, che invece riserva tanta adrenalina, gioco falloso dei genoani (Behrami finisce espulso a dieci minuti dalla fine per doppia ammonizione) e ripetute perdite di tempo per giocatori a terra e cartellini dell'arbitro Massa. Gasperini ruota il fronte offensivo inserendo Freuler al posto di Pasalic, Malinowskij al posto di Zapata e Muriel al posto di Ilicic: nulla ottiene se non un assalto poco fluido, con tiro di Goosens che fa gridare al gol e due interventi di Perin negli ultimi minuti.

Nel giro degli ammoniti anche De Roon che salterà la trasferta di Firenze. L'Atalanta sale al quarto posto ed oggi satebbe in Champions, con vantaggio inalterato su Cagliari, Parma  Milan e Verona che inseguono. Poteva, considerando anche il passo falso con la Spal, andare molto meglio. Ma le battaglie da affrontare sono ancora tante. Sarà una primavera tutta da vivere.

Ultime Notizie

X
X
linkcross