Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Bologna coriaceo, Atalanta spuntata: al Gewiss Stadium è 0-0

Poteva essere definito l'incontro di cartello della seconda giornata (unico scontro diretto fra squadre a punteggio pieno) ma è finito a reti bianche. Atalanta - Bologna finisce 0-0 ed entrambe prima della sosta Nazionali salgono a 4 punti.
28 Agosto 2021

Poteva essere definito l'incontro di cartello della seconda giornata (unico scontro diretto fra squadre a punteggio pieno) ma è finito a reti bianche. Atalanta - Bologna finisce 0-0 ed entrambe prima della sosta Nazionali salgono a 4 punti.

In apertura Gasperini schiera Musso, Toloi, Palomino, Djimsiti, Maehle, Pasalic, Freuler, Gosens, Malinovskyi, Ilicic, Muriel. A sorprendere nell'undici è la trazione anteriore che sacrifica Pessina (inizialmente in panchina) e concede campo sia a Malinovskyi che a Ilicic, dati in ballottaggio alla vigilia.

I nerazzurri premono, ma l'occasionissima al 3' è per il Bologna con Orsolini che cicca clamorosamente sotto la Nord un pallone bucato da Arnautovic. Malinovskyi, Ilicic, Muriel e Gosens replicano sull'altro fronte con diagonali un poco telefonati, dopo buoni fraseggi al limite. Il primo tempo scivola però verso il 45' senza grandi emozioni e a ravvivare il Gewiss Stadium ci pensa Medel, che dopo aver colpito duro Gosens (giallo sacrosanto) accende gli animi urlando in faccia al tedesco a terra,  che si alza di slancio.

 

Ci stava un secondo giallo per l'ex interista (poi ripetutamente beccato dall'intero stadio), ma Orsato opta per un giallo discutibile all'atalantino. Nella ripresa nulla cambia nell'undici di partenza e l'Atalanta aumenta progressivamente la pressione  ma senza particolari patemi per il Bologna che alza progressivamente la Maginot.

Gasperini inserisce Pessina, Miranchuk e Piccoli rispettivamente per Malinovskyj, Pasalic e Muriel. Qualche mischia in area non produce grossi pericoli, anche per il ritmo spezzettato causato dalle continue ed evidenti perdite di tempo dei felsinei, che Orsato tollera oltre la decenza.

A dieci minuti dalla fine entra fra i rossoblù entra anche Tomiyasu, quasi ad aprire la fase di assalti finale, sancita anche dall'esordio di Zappacosta (per Maehle) e dall'ingresso di Lammers per Ilicic. Tutto inutile, il Bologna regge sino al 93' e in fin dei conti merita il pareggio. Per l'Atalanta media inglese rispettata e una stagione davanti. Si può solo crescere.

Photo Credit: Alberto Mariani

Ultime Notizie

X
X
linkcross