Rubriche
Seleziona la rubrica che vuoi visualizzare.
Rubriche
  • 2 Valli, 1000 Associazioni

Michael Girasole, valdimagnino d’adozione cresciuto con l’Atalanta: prima in campo, ora in panchina

“Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”: nelle parole di Venditti si potrebbe riassumere la storia di Michael Girasole. Dall’Atalanta all’Atalanta, dalla madre che ha origini valdimagnine fino alla scelta di vivere proprio in Valle.

Camilla Locatelli, talento almennese del ciclismo: “In sella grazie al nonno, a due anni già senza rotelle”

Per indicare il passaggio di testimone tra una generazione e l’altra, si utilizza la classica espressione “di padre in figlio”. Nel caso di Camilla Locatelli, però, sarebbe più corretto dire “di nonno in nipote”.

Martina Crippa, dall’Almenno Basket alla maglia azzurra: “È stata dura, ma sono cresciuta molto”

Spesso lo sport è un affare di famiglia, una passione che si respira fin da piccoli e che diventa parte della propria vita. Per Martina Crippa, cestista a soli 16 anni, la palla a spicchi è una vecchia amica di infanzia.

Stefano Belotti, fenomeno dei tuffi per caso: “Facevo rugby, ma sul trampolino è scattata la scintilla”

Appena raggiunta la maggiore età, un palmarès già importante e le idee chiarissime: per definire Stefano Belotti un potenziale campione non serve certo un carpiato. Il giovane tuffatore, di origini zognese ma trasferitosi di recente a Villa d’Almè, ci racconta come è nata la passione per uno sport così particolare.

Alessia Pellegrini, da nuotatrice senza squadra a campionessa di atletica: “Mi ispiro alle mie compagne”

Alessia Pellegrini è una diciassettenne che sa cosa vuole, lo fa trasparire poco probabilmente, a causa di quell'umiltà sintomo dei bergamaschi, sapendo di dover lavorare duro sempre e comunque, a testa bassa e con una voglia immensa di spaccare il mondo.

Simone Ravanelli, dalla GS Vanotti al Giro d’Italia: “Legatissimo ad Almenno, amo allenarmi qui”

Simone Ravanelli, classe 1995 di Almenno San Salvatore, e già a 8 anni in sella ad una bicicletta per fare come il papà Giorgio prima, come il fratello Matteo poi e per far sorridere il nonno Romualdo, appassionato di ciclismo,

Mauro Minelli, dal Paolo Polli di Zogno al goal in serie A: “Il calcio mi ha sempre divertito, allenare è più complicato”

Se passare dai piccoli campetti di paese agli stadi del professionismo sembra un sogno riservato alla fantasia dei bambini, c’è chi ce la fa. È il a caso di Mauro Minelli, 41 anni di Zogno, roccioso centrale di difesa che è partito dalla Valle Brembana per girare i campi di tutta Italia.

Denise, la regina del bodybuilding di S.Pellegrino: “La palestra trasforma le debolezze in forza”

Denise aspira a prendere la “PRO CARD”, ovvero il tesserino che ti fa passare dall’essere un atleta amateur a un atleta professionista, e che da poi accesso al bodybuilding professionistico mondiale. Come dice lei, “se si sogna, lo si fa in grande”.

Alain Cavagna, figlio e fratello d’arte: “La corsa per me è tutto, mi aiuta a pensare”

Figlio d'arte con un padre atleta e mamma giudice di gara e fratello di Nadir, anch'egli atleta della stessa società e già componente della Nazionale Italiana, Alain si nutre di atletica leggera sin da piccolo.
X
X
crosschevron-down